Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CASALMAGGIORE

Traffico e mal'aria: «Diteci che cosa respiriamo»

Allarme del sindaco che ha chiesto all’Arpa l’installazione di due centraline per il monitoraggio. Approvata all’unanimità la mozione di Cnc-Vappina sul tema della tutela della salute pubblica

Cinzia Franciò

Email:

cfrancio@laprovinciacr.it

01 Dicembre 2019 - 07:56

Traffico e mal'aria: «Diteci che cosa respiriamo»

CASALMAGGIORE (1 dicembre 2019) - Troppo traffico lungo l’Asolana — 20 mila mezzi in transito ogni giorno — e troppo inquinamento, al quale si sono aggiunti anche dei cattivi odori. Ecco perché sono stati tutti d’accordo venerdì sera in consiglio comunale a Casalmaggiore sulla necessità di un monitoraggio della qualità dell’aria. La mozione che lo chiedeva, presentata dal gruppo di minoranza CNC-Vappina e illustrata da Valentina Mozzi, è stata approvata all’unanimità. Il sindaco Filippo Bongiovanni ha spiegato di essersi già mosso chiedendo ad Arpa, visto che «non c’è più una centralina fissa dal 2007», l’installazione di una centralina mobile «lungo l’Asolana, possibilmente nel parcheggio del Penny market, e nel giardino Bodana Bastoni, vicino alla zona industriale». Nessun costo previsto. Altra richiesta: un monitoraggio sulle emissioni moleste «perché arrivano cattivi odori dall’area industriale». Il sindaco ha spiegato poi che con Mauro Sartori del Navarolo è stato rilevato uno scarico e campionata dell’acqua per verificare se si sia verificato qualcosa di anomalo. Altra novità: «È assicurato un incontro aperto alla cittadinanza con il dottor Paolo Ricci, direttore dell’Osservatorio Epidemiologico dell’ATS Val Padana, a gennaio o febbraio».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400