Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CASALMAGGIORE

Fir, cassa integrazione per 66

Raggiunto l’accordo tra l’azienda del gruppo Nidec e i sindacati. Ammortizzatore sociale per 13 settimane. «L’intesa prevede da uno a tre giorni alla settimana di chiusura a seconda del numero degli ordinativi»

Cinzia Franciò

Email:

cfrancio@laprovinciacr.it

25 Ottobre 2019 - 08:38

Fir, cassa integrazione per 66

CASALMAGGIORE (25 ottobre 2019) - Da lunedì 4 novembre i 66 lavoratori Fir del gruppo Nidec, specializzato nell’assemblaggio di motori elettrici, saranno in cassa integrazione per 13 settimane, non a zero ore. Ne danno conferma Marco Cagnati della Fiom-Cgil e Monica Tonghini della Fim-Cisl, al termine di un incontro con la dirigenza aziendale, che fa seguito allo sciopero di due ore effettuato venerdì scorso dalle 15.30 alle 17.30 indetto per solidarietà nei confronti dei collaboratori della Tea distaccati e di quelli della Crs (che lavorano in appalto). Alla base della manifestazione il fatto che le lavorazioni effettuate sono molto simili ma il trattamento economico è diverso. Motivo, invece, della cassa integrazione, la contrazione del lavoro: i clienti non sono diminuiti, ma ordinano meno.  «Abbiamo trattato con l’azienda questo ammortizzatore sociale per la Fir», spiegano i sindacalisti. «L’accordo — continuano — prevede un minimo di uno e un massimo di tre giorni a settimana di cassa, a seconda del numero degli ordinativi. Pare, fra l’altro, che qualche commessa stia arrivando per fortuna. Nei giorni di cassa lo stabilimento verrà chiuso, salvo la possibile presenza, in via straordinaria, di qualche impiegato».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400