Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CASALMAGGIORE

Motta San Fermo, tutte le case collegate alla rete idrica

Ora i 65 abitanti della frazione casalese non dovranno più utilizzare i pozzi privati per l’approvvigionamento. Risolto definitivamente il problema della presenza di elementi chimici o tossici nelle falde acquifere

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

17 Ottobre 2019 - 08:39

Motta San Fermo, tutte le case collegate alla rete idrica

Un cantiere per la posa delle tubature di una rete idrica

CASALMAGGIORE (17 ottobre 2019) - I 65 abitanti di Motta San Fermo hanno le loro abitazioni finalmente collegate alla rete dell’acquedotto, grazie ai lavori effettuati nei giorni scorsi da Padania Acque. Nel Piano d’Ambito adottato dall’Ato della Provincia di Cremona (Ufficio d'Ambito — Azienda Speciale per la pianificazione e la regolazione dei servizi idrici) si dice che «non sono state riscontrate particolari zone di trasformazione del territorio rurale tale da comportare significative variazioni dei fabbisogni idrici nei prossimi anni, pertanto la popolazione (di Motta San Fermo) da servire al 2033 coincide di fatto con quella attuale». La tubazione — 1335 metri, collegata alla rete idrica esistente all’altezza del santuario Madonna della Fontana — è stata dimensionata per una portata di punta oraria superiore e cautelativa rispetto a incrementi futuri.
Padania Acque, affidataria del servizio idrico integrato, deve dotare di servizio idrico potabile tutte le località con popolazione superiore a 50 abitanti e che, in particolar modo, ricadono nell’area con conclamata presenza di arsenico nelle falde idriche. Il progetto, in attuazione a quanto previsto, si è interessato alle località o frazioni collocate nella zona casalasca e cremonese della Provincia di Cremona non provviste di acquedotto pubblico e dove la popolazione residente si approvvigionava per i fabbisogni idrici da pozzi domestici che captano le falde acquifere presenti nella zona. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400