Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CASALMAGGIORE

Rugby, lo sport che aggrega: 'La club house è il nostro sogno'

Il progetto è già pronto e si attendono i fondi regionali, Bonelli: 'Per fare della nostra società una famiglia è necessario uno spazio per la condivisione del terzo tempo'

Francesco Pavesi

Email:

fpavesi@cremonaonline.it

16 Ottobre 2019 - 08:21

Rugby, lo sport che aggrega: 'La club house è il nostro sogno'

CASALMAGGIORE (16 ottobre 2019) - «Il nostro sogno, adesso, è realizzare la Club House». Nelle parole di Paolo Bonelli, vicepresidente della società di rugby Casalmaggiore R.F.C., di cui è presidente Luciano Campanini, si sintetizza un’aspirazione condivisa da tutti, qui dalle parti di Casalbellotto. «Stiamo crescendo molto e nel nostro sport, tradizionalmente, le Club House sono luoghi di aggregazione, di condivisione, di divertimento».

È lì che il club diventa famiglia, dove si sviluppa e crea un legame inscindibile con i propri tesserati, con il proprio territorio. È quello il luogo del terzo tempo, una delle più caratteristiche tradizioni del mondo del rugby. Si svolge dopo la partita e fa riunire tutti i giocatori delle due squadre, che colgono l’occasione per offrirsi da bere e da mangiare e scambiare opinioni e considerazioni, come succede tra amici. «Abbiamo già un grande gazebo dedicato al terzo tempo — aggiunge Bonelli — ma adesso attendiamo i finanziamenti regionali, tramite l’amministrazione comunale di Casalmaggiore, per realizzare un edificio vero e proprio», osserva Bonelli. «Abbiamo già il progetto esecutivo».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400