Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

GUSSOLA

Centra cinghiale, auto ko

Elena Anadotti ha subito sterzato a destra ed è riuscita ad evitare l’impatto con un ungulato più grosso, ma non quello con l’altro, più piccolo, risultato di un peso di oltre 48 chili

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

14 Settembre 2019 - 07:57

Centra cinghiale, auto ko

GUSSOLA (14 settembre 2019) - Quando sembrava che la presenza dei cinghiali si fosse attenuata recando meno danni, ecco la smentita clamorosa, con un incidente provocato giovedì in tarda serata dal passaggio degli ungulati sulla strada provinciale 60, quella che collega Solarolo Rainerio a Gussola (via asfaltata che tutti in zona definiscono ‘stradello’).
Protagonista, suo malgrado, dell’episodio, Elena Anadotti, 20 anni, figlia di Gianpaolo Anadotti di Gussola, direttore della filiale di Torre de’ Picenardi della Cassa Padana. «Mia figlia - racconta Anadotti - stava guidando una Opel Agila e da Solarolo Rainerio procedeva in direzione di Gussola. Erano le 23. Una trentina di metri dopo la cascina Calesana, si è vista attraversare la strada davanti a sé due cinghiali. Ha subito sterzato a destra ed è riuscita ad evitare l’impatto con il cinghiale più grosso, ma non quello con l’altro, più piccolo, risultato di un peso di oltre 48 chili». La parte frontale sinistra dell’automobile è stata distrutta. L’ungulato è morto.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400