Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CASALMAGGIORE. LA STORIA

Prof cinese: «Via i pregiudizi grazie alla scuola»

Scialy Arlene Huang vive da anni in città dove ha aperto un istituto. «Integrazione per i nostri bambini, nuovi orizzonti per quelli italiani»

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

31 Agosto 2019 - 07:53

Prof cinese: «Via i pregiudizi grazie alla scuola»

Scialy Arlene Huang con uno studente

CASALMAGGIORE (31 agosto 2019) - La Cina che non ti aspetti. A Casalmaggiore è nata una realtà che demolisce una percezione diffusa, cioè quella dei cinesi residenti in Italia come appartenenti ad una comunità diffidente ed apparentemente autosufficiente, non interessata né all’integrazione né alla semplice comunicazione. A tanti, i cinesi suscitano ancora un senso di mistero. Ebbene, a stroncare questa sensazione — che si può anche definire come luogo comune — contribuisce sicuramente l’iniziativa della signora Scialy Arlene Huang, cinese residente da diversi anni a Casalmaggiore, che questa estate ha fondato la ‘Scuola Internazionale Mulan di Casalmaggiore’. All’insegna della massima apertura, altro che chiusura.
«Lavoro nel liceo Bonomi di Mantova», ci racconta Scialy. «Sono in aula con il docente italiano e traduco in mandarino, agli studenti cinesi, gli insegnamenti, ad esempio della matematica. Ad un certo punto, anche su sollecitazione di amici e di parenti, mi sono detta: ma perché non aprire a Casalmaggiore, nel luogo in cui vivo, una scuola per bambini e ragazzi cinesi che vogliano imparare l’italiano e anche l’inglese? Così ho fatto, dallo scorso mese di giugno, con studenti dai 6 ai 17 anni. E il successo è stato immediato. Sono rimasta stupita dalla risposta». Evidentemente la proposta ha incontrato una esigenza presente. La base della scuola è stata via Corsica 28.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400