Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

Referendum consultivo comunale

Piadena e Drizzona si 'sposano' e dicono ok alla fusione

Dal 1 gennaio 2019 arriverà il commissario. Tra un anno le elezioni per la nomina del nuovo sindaco

Email:

davbazz@tin.it

24 Giugno 2018 - 23:30

Piadena e Drizzona si 'sposano' e dicono ok alla fusione

Lo spoglio al seggio 1 di Piadena

PIADENA-DRIZZONA I cittadini dei due paesi, chiamati alle urne domenica 24 giugno per il referendum consultivo, hanno detto sì alla fusione. Il voto favorevole ha prevalso sul 'no' in entrambi i centri. Nasce così il nuovo Comune di Piadena e Drizzona.

Dal 1 gennaio 2019 arriverà il commissario a gestire i due attuali Comuni, mentre tra la fine della primavera e l'inizio dell'estate dell'anno prossimo si terranno le elezioni amministrative per l'elezione del nuovo sindaco e del nuovo consiglio comunale 'unico'.

I RISULTATI

PIADENA

900 votanti su 2744, pari al 32,79 % degli aventi diritto

Hanno votato 'si' 555 (61,66 %)

Hanno votato 'no' 349 (38,1 %)

2 schede bianche

DRIZZONA

228 votanti su 457 (50 %)

Hanno votato 'sì' 152 (66,66 %)

Hanno votato 'no' 75 (32,89 %)

1 scheda bianca

Ancora in corso, a mezzanotte, lo scrutinio della seconda scheda, quella per il nome del nuovo Comune, che sarà uno dei seguenti: Piadena Drizzona, Piadena e Drizzona, Piadena con Drizzona

LE DICHIARAZIONI

Ivana Cavazzini, sindaco di Piadena: "Siamo contenti per le due comunità che hanno davanti un nuovo capitolo della loro storia. Ringrazio i cittadini di Piadena che hanno creduto in questo progetto, che ha prevalso nonostante le difficoltà dell'ultimo periodo e nonostante la campagna per il no fatta dalle minoranze, dopo che per due volte avevano votato a favore della fusione cambiando idea nell'ultima fase. Per fortuna i piadenesi hanno premiato il progetto di fusione"

Nicola Ricci, sindaco di Drizzona: "Siamo contenti perché i cittadini hanno saputo cogliere questa importante occasione che consentirà di portare avanti le riforme che abbiamo annunciato con il progetto di fusione. Un grazie a quanti hanno partecipato al voto"

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Aletti.renzo

    25 Giugno 2018 - 13:55

    La minoranza di Piadena non ha detto No ma ha lasciato liberi tutti, delle minoranze di Drizzona, solo una ha consigliato No, quindi, raccontiamola giusta. Secondo aspetto: anche se si fossero espresse tutte per il No, cosa non vera, dopo aver votato per il Si, l'eventuale "giravolta' sarebbe l'unica, quelle dell'attuale sindaco invece non si contano più....e sono state documentate su un volantino....quindi un po' di umiltà, non fa male...

    Report

    Rispondi