Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

VIADANA

Crollo del PalaFarina, via alla perizia chiesta dal pm

Nella seconda udienza preliminare il giudice Matteo Grimaldi ha ammesso l’incidente probatorio richiesto dal pm Giacomo Pestelli

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

10 Novembre 2016 - 10:18

Crollo del PalaFarina, via alla perizia

Il PalaFarina di Viadana dopo il crollo

VIADANA - Via alla perizia chiesta dalla pubblica accusa sul crollo del PalaFarina di Viadana. Nella seconda udienza preliminare che si è tenuta mercoledì 9 novembre, il giudice Matteo Grimaldi ha ammesso l’incidente probatorio, che aveva richiesto il pm Giacomo Pestelli nella precedente udienza, che ha come oggetto la perizia sulle cause che avrebbero portato al crollo della struttura, la cui copertura è ceduta sotto il peso di una forte nevicata nel febbraio 2015. L’udienza, dunque, si è conclusa con questo passaggio tecnico. Nella prossima, fissata per il 23 novembre, il perito incaricato, il professor Carlo Pellegrino, docente all’Università di Padova, presterà giuramento per l’incarico affidato, dopodiché potrà prendere il via la perizia. Come ricordiamo per il crollo del palazzetto ci sono, da parte del pm, quattro richieste di rinvio a giudizio, nei confronti di: Alfred Rubner, 61enne di Chienes (Bolzano), legale rappresentante della società che costruì e fornì le travi in legno usate per la copertura; Massimo Del Fedele, 53enne di Negrar (Verano), che progettò la copertura in legno; Mario Berni, 58enne di Poggio Rusco, direttore dei lavori di costruzione a fine anni ’90; e Silvano Sanfelici, 74enne di Commessaggio, esecutore del collaudo.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400