Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

TORRE DE' PICENARDI

Una notte all'addiaccio per aiutare un cane ferito

L'avventura a lieto fine di tre giovani che si sono prodigati a favore dell'animale, accudendolo in attesa del veterinario

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

04 Settembre 2016 - 09:45

Una notte all'addiaccio per aiutare un cane ferito

Giulia Rongoni, Michele Riccio, Miriana Bodei e il cane salvato dai ragazzi

TORRE DE’ PICENARDI - Trovare un cane con una zampa rotta e accudirlo tutta notte sotto un portone in attesa del veterinario. E quello che hanno fatto a Torre de’ Picenardi la notte tra lunedì 29 e martedì 30 agosto Giulia Rongoni (19 anni, di Derovere), Miriana Bodei (19 anni, di Ca’ d’Andrea) e Michele Riccio (24 anni, di Ca’ de’ Corti). I ragazzi, insieme ad altri, stanno trascorrendo un lunedì sera al Bar Sport di Torre, quando dal fondo di via Garibaldi gli avventori (sulla porta del bar per fumare una sigaretta) vedono arrivare un cane di piccola taglia. Cammina su tre zampe e si appoggia al muro per avanzare. Quando le persone (con i tre ragazzi ci sono anche il gestore del bar Pietro Frusconi, Ivan Urbani, Lorenzo e Gianluca Panzi) si avvicinano appare evidente che la zampa anteriore sinistra è fratturata. E senza esitare parte la corsa di solidarietà a favore dell'animale.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400