Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

A Cremona estate di musica sotto le stelle

Betty Faustinelli

Email:

bfaustinelli@laprovinciadicremona.it

19 Giugno 2013 - 12:04

A Cremona estate di musica sotto le stelle
CREMONA — L’estate cremonese brilla di stelle, malgrado i fondi siano sempre più scarsi, malgrado mettere insieme un cartellone costi fatica e salti mortali, malgrado si parli sempre di cultura e poi ci si volti dall’altra parte quando è ora di mettere mano al portafoglio. Per fortuna ci sono gli sponsor a garantire concerti e manifestazioni che spaziano dal vernacolo alla lirica alla musica classica, unendo gruppi locali e ensemble di livello internazionale. Ieri mattina in sala giunta, dopo gli interventi del sindacoOreste Perrie dell’assessore comunale alla culturaIrene Nicoletta De Bona, è stato Antonio Davò, presidente di Banca Cremonese - Credito cooperativo, a riassumere la posizione dei mecenati contemporanei: «Il nostro compito, in un periodo di grave crisi come quello attuale — ha sostenuto — è di aiutare le famiglie e le imprese. Contribuendo a queste rassegne non tradiamo la nostra missione, anche questo è un modo per venire incontro ai bisogni della gente e di favorire lo sviluppo». Oltre all’istituto di credito, va quindi dato atto anche al centro commerciale Cremona Po, al Centro di musicologia Walter Stauffer, Fondazione Banca Popolare di Cremona, Centropadane, Cerealicola Rossi srl, Maserati e Paolo Beltrami spa, di credere all’importanza della musica e della cultura.
Le rassegne che accompagneranno le serate cremonesi sono tre.Il cortile della musica — con appuntamenti in scaletta da lunedì 24 giugno a giovedì 12 settembre — si svolgerà nel cuore della città, nel chiostro del cortile Federico II del palazzo comunale e darà lustro ad alcune realtà locali, dai cori degli alpini e del Cai ai ragazzi della Pontesound, da Quelli che... il night all’accoppiata Swingers e Bourbon Street, passando per il gruppo dialettale che ha ‘Cremùna in del cóor’.
A ricordare che la città della liuteria è patrimonio dell’Unesco torna poi, curato da Roberto Codazzi, L’altro lato del violino (5 luglio - 27 settembre), festival dedicato all’aspetto più scanzonato, divertente e divertito degli strumenti ad arco, associato alla formula dell’aperitivo pre concerto. Del cartellone il fiore all’occhiello è costituito dai 2Cellos, «duo che — come ha ricordato Codazzi — ricorda la storia di Cenerentola». I due hanno postato un video su YouTube, hanno avuto 5 milioni di contatti in pochissimo tempo e sono stati presi sotto l’ala da Elton John che di loro ha detto: «Non vedevo niente di così sconvolgente dai tempi di Jimi Hendrix». Messi sotto contratto dal Comune prima che il loro cachet lievitasse, i 2Cellos (tranquilli, non distruggeranno i loro strumenti) sono in cartellone con la Tango Spleen Orquesta, la BandOrkestra diretta da Marco Castelli, lo Gnuquartet (attualmente in tour con i Negramaro) e i cremonesi Aksak Project il cui etnofolk è apprezzato a livello internazionale. Curato sempre da Codazzi, torna anche l’appuntamento più amato dai melomani: il Bel canto sotto le stelle (24 giugno - 12 settembre), che si snoderà tra il cortile Federico II, la chiesa di Sant’Agostino e il museo civico Ala Ponzone. Verdi e Wagner — e con loro Mascagni, nato centocinquant’anni fa — fanno ovviamente la parte del leone, aggiungendosi alle tante celebrazioni. La rassegna rinsalda le collaborazioni con i Comuni di Busseto e Villanova d’Arda, aprendosi proprio con il concerto dei vincitori del concorso Vici verdiane, e con la Fondazione Luciano Pavarotti, di cui si esibiranno alcuni degli allievi. Anche in questo caso le migliori realtà locali saranno valorizzate: è il caso del Coro Polifonico Cremonese diretto da Federico Mantovani e del Coro Ponchielli Vertova guidato da Patrizia Bernelich.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400