il network

Martedì 12 Novembre 2019

Altre notizie da questa sezione


LA STORIA

In fuga dai nazifascisti, le 4 sorelle Silbermann tornano a Borgo San Giacomo

Festa e commozione in paese dopo 77 anni: 'Non vi dimenticheremo mai, chi salva una vita salva il mondo intero'

In fuga dai nazifascisti, le 4 sorelle Silbermann tornano a Borgo San Giacomo

BORGO SAN GIACOMO - Non hanno dimenticato volti e sguardi di tutti coloro che le hanno aiutate, che hanno rischiato la loro vita per salvarle. E dopo 77 anni sono tornate nei territori a cavallo dell'Oglio, là dove trovarono umanità e solidarietà, per dire «grazie» e lanciare un chiaro messaggio: «Che non accada mai più» . E' la storia di Berta (all'epoca 13enne, ora scomparsa), Elena (ai tempi 9, ora 88 anni), Mina (all'epoca 8, ora 87 anni) e Goldy Silbermann (5, adesso 84 anni), quattro sorelle ebree che ancora bambine sono scappate con i genitori dalla Germania nazista verso l'Italia. Per trovare salvezza a Borgo San Giacomo. Nei giorni scorsi autorità, rappresentanti dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia ma soprattutto studenti e cittadini delle comunità tra il Cremonese e il Bresciano hanno ascoltato la testimonianza di Goldy e Elena durante l'evento promosso all'auditorium di Borgo San Giacomo. Goldy, la più giovane delle quattro sorelle che attualmente vive a New York, ha deciso di raccontare i propri ricordi scrivendo un libro dal titolo 'The four of us (quattro di noi) - memoria dell'Olocausto'. Con una dedica speciale al territorio: «La famiglia Silbermann non vi dimenticherà mai. Chi salva una vita salva il mondo intero».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

06 Febbraio 2019