Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

Fa le 'scarpe' agli aerei di Cuba, la storia del cremonese Mazzolari

L’Avana ha commissionato all’imprenditore cremonese Mazzolari i galleggianti per 35 idrovolanti da turismo

Francesco Pavesi

Email:

fpavesi@cremonaonline.it

27 Marzo 2017 - 07:59

MAZZOLARI

Gianni Ferrari, dell’azienda omonima; Graziano Mazzolari; il colonnello cubano Raul Perez

CREMONA - E’ un uomo di pianura ma è diventato un abitante dei cieli; arriva da un piccolo paese ma la sua passione, trasformatasi in lavoro a tempo pieno, lo porta in giro per il mondo. «Vado dove c’è bisogno di me. Però, non avrei mai pensato che la chiamata sarebbe arrivata da Cuba». Sì, perché Graziano Mazzolari, 60 anni compiuti da poco, produttore di galleggianti con carrello retrattile incorporato per idrovolanti, ne sta costruendo, in joint venture con un’altra impresa, 35 coppie per gli eredi di Fidel Castro.

Da qualche mese Mazzolari trascorre le sue giornate in un hangar dell’Aeroclub Migliaro, dove l’azienda Ferrari Ulm di Castelbalbo (Padova), un nome che non ha bisogno di presentazioni nel settore, ha assemblato un prototipo di ultraleggero che poi verrà portato a L’Avana per ricavarne 35 esemplari, a ognuno dei quali saranno montati i galleggianti fabbricati sotto i capannoni di Corte de’ Cortesi. Il piccolo aereo è una derivazione del mitico Tucano, che ha fatto da apripista negli anni Novanta.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400