Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

Piccolo Parallelo via da Romanengo che perdita: portava cultura e fondi

Gigi Romani

Email:

lromani@laprovinciadicremona.it

20 Agosto 2014 - 10:47

Piccolo Parallelo via da Romanengo che perdita: portava cultura e fondi

dopo 26 anni di collaborazione, la nuova amministrazione comunale sembra aver deciso di congedare il Piccolo Parallelo. Ci sarà occasione di chiedere conto di tale scelta, ma è importante ricordare quale fortuna sia stata aver potuto contare sul lavoro e l’impegno di Enzo Cecchi e Gian Marco Zappalaglio. Il Piccolo Parallelo nasce a Bologna nel 1981 e approda al teatro romanenghese nel ’99 per volontà dell’allora amministrazione comunale. Nessuno poteva immaginare che la sfida raccolta avrebbe trasformato il teatro paesano in un’eccellenza territoriale. (...) Grazie all’intenso lavoro di Cecchi e Zappalaglio, l’Auditorium Galilei ha acquisito la dignità di teatro e ha offerto una programmazione attenta a tutti, regalando serate per appassionati e rappresentazioni domenicali per famiglie. Il calendario teatrale ha attirato pubblico da tutto il circondario facendo del teatro Galilei un’eccellenza, non più patrimonio esclusivo di Romanengo, ma polo culturale territoriale. Con la rassegna ‘Oltre i banchi’ l’attenzione ai giovani e ai più piccoli si è trasformata in offerta didattica irrinunciabile per scuole. Un successo che di riflesso ha portato con sé il nome di Romanengo e del suo Teatro. Quest’acquisita credibilità ha giovato non solo alla cultura, ma anche alle diverse attività commerciali, generando grande affluenza di pubblico serale e domenicale. (...) L’oblio che ha inghiottito la memoria comune, sembra aver cancellato quanto fatto dal Piccolo Parallelo come partner ufficiale a fianco delle Istituzioni. Con l’Unione dei Fontanili nel progetto di ‘Creatività Giovanile’ ha promosso il bando ‘Giovani Fontanili d’Autore’ finalizzato a sostenere un gruppo di giovani artisti nell’esercizio delle proprie competenze in chiave artistica e occupazionale. Allo stesso modo, collaborando con l’Amministrazione uscente del sindaco Cavalli, ha contribuito a vincere il bando della Fondazione Cariplo, ottenendo i finanziamenti a fondo perduto necessari per la ristrutturazione della Rocca Castello. La reputazione del Piccolo Parallelo e la sua partnership hanno giocato un ruolo importante nell’assegnazione di questi fondi, grazie ai quali, la realizzazione del nuovo spazio Polifunzionale è ormai giunta alle battute finali. Ricordiamo che parte fondamentale del progetto vincitore è la creazione, all’interno della Rocca stessa, di uno spazio dedicato al teatro e alle attività del Piccolo Parallelo. Ancora una volta il paese può beneficiare non solo di un’offerta culturale di tutto rispetto, ma soprattutto di contributi monetari per la sua realizzazione. Oggi Romanengo si trova ad affrontare da solo la riapertura delle scuole e della nuova stagione teatrale, con il gravoso compito di capire, in meno di un mese, come tenersi stretta l’eccellenza che da 26 anni l’ha accompagnato. Se il congedo sarà confermato, a soffrirne saranno la cultura e gli appassionati, ma non meno soffrirà il paese (...).

Unione Democratica per Romanengo

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400