Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

Calcioscommesse: gip Salvini, Signori e altri 'prescritti'

Per associazione a delinquere non c'è stata assoluzione

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

03 Aprile 2021 - 13:46

Calcioscommesse: gip Salvini, Signori e altri 'prescritti'

Beppe Signori davanti al Tribunale di Cremona

MILANO (3 aprile 2021) - «Leggendo le dichiarazioni e gli articoli molto enfatici che riguardano solo alcune partite dell’indagine sul Calcioscommesse condotta nel 2010-2011 sembra che l’ex-calciatore Giuseppe Signori sia stato riconosciuto innocente per tutti i fatti e quasi una vittima della giustizia. Non è assolutamente così». Il giudice di Milano Guido Salvini, che quando era in servizio a Cremona seguì l’indagine sul Calcioscommesse interviene riguardo articoli di stampa dopo due assoluzioni dell’ex bomber della Nazionale. Il magistrato spiega che «non si può dimenticare, per dare un’informazione completa, che per il filone principale che riguardava decine di partite e l’associazione per delinquere finalizzata alla frode sportiva, e cioè i reati principali contestati a Signori con ruolo di organizzatore, vi è stata la sentenza del 15 dicembre 2020 del Tribunale di Cremona di cui tanto l’imputato quanto i suoi difensori hanno taciuto». «A Cremona nei confronti di Signori e degli altri imputati non vi è stata assoluzione ma sentenza di prescrizione; prescrizione cui Signori avrebbe potuto rinunciare accettando di confrontarsi 'sportivamentè, per usare una metafora calcistica, con il merito delle accuse», conclude Salvini. (ANSA)

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400