Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CINEMA

Italia corre agli Oscar con Pausini e Pinocchio

Escluso «Notturno» di Gianfranco Rosi

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

15 Marzo 2021 - 14:42

Italia corre agli Oscar con Pausini e Pinocchio

NEW YORK (15 marzo 2021) - L’Italia corre agli Oscar con Laura Pausini e il «Pinocchio» di Matteo Garrone. «Io Si», che la Pausini ha interpretato in «La Vita davanti a Se» di Edoardo Ponti con Sophia Loren è entrata nella cinquina delle migliori canzoni originali, mentre il film di Garrone sul burattino di Collodi ha ottenuto la nomination per i costumi di Massimo Cantini Parrini e il make up di Mark Coulier, il britannico due volte premio Oscar per «Iron Lady» e «The Grand Budapest Hotel». Delusione invece per «Notturno": il film di Rosi era entrato nella shortlist dei migliori documentari ma è rimasto fuori dalle nomination che hanno invece tenuto in gara «Collective», "Crip Camp», «The Mole Agent», «My Octopus Teacher» e «Time».

«Una canzone in italiano nominata agli Oscar!!!! Sono così onorata di rappresentare l’Italia in una delle cerimonie più importanti dell’industria dell’intrattenimento mondiale». Dopo la vittoria ai Golden Globes, altro riconoscimento per Laura Pausini e la sua Io sì (seen), brano del film La vita davanti a sé di Edoardo Ponti cn Sophia Loren. «Ancora non ci credo. Poter far parte di un progetto così speciale come The Life Ahead con #EdoardoPonti e #SophiaLoren è stato per me uno dei regali più grandi che la vita potesse farmi. E ora sapere che sono nominata agli Oscar va oltre qualunque desiderio o aspettativa potessi sognare».

Hollywood premia Hollywood: "Mank» ha fatto man bassa di nomination - dieci in tutto - in vista degli Oscar 2021. Il film di David Fincher sulla realizzazione di «Quarto Potere» con Gary Oldman e Amanda Seyfried (candidati come miglior attore e migliore attrice non protagonista) se la dovrà vedere con altri sette titoli per la categoria più prestigiosa, il miglior film, tra cui il chiaro front-runner «Nomadland» di Chloe Zhao. Un altro film di una donna, «Promising Young Woman» di Emerald Fennell è in corsa per «best picture». La Zhao e la Fennell sono candidate tra i cinque migliori regista: è la prima volta nella storia degli Oscar che due donne entrano nella cinquina. Una nomination agli Oscar è andata a Chadwick Boseman per la sua ultima interpretazione in «Ma Rainey's Black Bottom». Ancora una volta Netflix ha fatto man bassa di nomination: un totale di 35 contro le 24 dell’anno scorso (e solo due vittorie). Quest’anno la piattaforma in streaming ha tre film candidati a «best picture": «Mank», «Ma Rainey's Black Bottom» e "The Trial of the Chicago 7». La cerimonia degli Oscar è in programma il 25 aprile dal Dolby Theater e dalla storica Union Station di Los Angeles. (ANSA)

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400