Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

SALUTE

Disturbi alimentari, la Lombardia approva all'unanimità la nuova legge

In campo strumenti per la prevenzione e la cura del fenomeno. Presentazione con la partecipazione di Ambra Angiolini

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

16 Febbraio 2021 - 12:42

Lombardia approva all'unanimità legge su disturbi alimentari

Ambra Angiolini e Simona Tironi

MILANO (16 febbraio 2021) - Il Consiglio Regionale lombardo ha approvato all’unanimità, con 63 voti favorevoli, la nuova legge regionale che introduce strumenti, azioni e misure per prevenire e curare i disturbi della nutrizione e dell’alimentazione. Il provvedimento, la cui relatrice è stata la vice presidente della Commissione Sanità Simona Tironi, prevede tra l’altro l'istituzione di una Rete regionale per la prevenzione e la cura dei disturbi della nutrizione e dell’alimentazione, l'implementazione in ogni Asst (le ex aziende ospedaliere) di interventi ambulatoriali per l’intercettazione precoce, la diagnosi e l’eventuale invio dei pazienti alle strutture più appropriate, con l’individuazione di Asst specifiche nelle quali costituire unità funzionali specialistiche adibite al trattamento anche ospedaliero dei pazienti. La legge prevede inoltre la creazione nelle Asst di équipe funzionali composte almeno da uno psichiatra, un neuro-psichiatra infantile, un medico internista, un dietologo, uno psicologo psicoterapeuta, un tecnico della riabilitazione psichiatrica, un dietista, un infermiere ed eventuali altri professionisti con formazione specifica in merito ai disturbi della nutrizione e dell’alimentazione. Infine, la nuova legge regionale prevede la presentazione al paziente da parte delle strutture di un progetto terapeutico-riabilitativo e la programmazione e attuazione di politiche a sostegno delle famiglie e dei caregiver dei pazienti, valorizzando anche le iniziative già presenti sul territorio. La nuova legge regionale è stata presentata al Pirellone con la partecipazione dell’attrice Ambra Angiolini, autrice del libro InFame nel quale racconta la sua battaglia contro il disturbo alimentare della bulimia che l’ha accompagnata per 11 anni.(ANSA)

[GUARDA LE FOTO]

“Si conclude oggi un percorso importante, in cui ci siamo impegnati con spirito di collaborazione bipartisan, che ci ha portato a dotare la Lombardia di una nuova legge sulla prevenzione e la cura dei disturbi alimentari, avanzata e in linea con le necessità dei nostri tempi, che ci auguriamo possa aiutare tante giovani e le loro famiglie”. Così Matteo Piloni e Antonella Forattini, consiglieri regionali del Partito Democratico, commentano l’approvazione oggi in Consiglio Regionale - con voto favorevole anche del PD - del progetto di legge sulle Disposizioni per la prevenzione e la cura dei disturbi della nutrizione e dell’alimentazione e il sostegno ai pazienti e alle loro famiglie, presentato dalla consigliera di Forza Italia Simona Tironi. “In questi mesi – proseguono - abbiamo lavorato intensamente in commissione Sanità per raggiungere questo obiettivo comune, superando le distanze partitiche. Quello dei disturbi alimentari è sicuramente un problema urgente che, oltre all’assunzione di abitudini nutrizionali disfunzionali e ai problemi di salute correlati, investe l’autostima e compromette la capacità di gestire la propria vita nei differenti ambiti: le relazioni interpersonali e sociali, la scuola, il lavoro”. “Con i nostri emendamenti e con il nostro ordine del giorno – spiegano i consiglieri dem - abbiamo richiamato l’attenzione sull’importanza di una vera presa in carico, indicando nella figura del ‘case manager’ il professionista capace di offrire al paziente un supporto prima, durante e dopo la cura; che segua anche l’inserimento e reinserimento nel percorso successivo alla cura. Infine, abbiamo ribadito che le misure e gli interventi previsti in questo progetto di legge dovranno trovare la loro corretta programmazione nel percorso di revisione della legge sanitaria regionale, sulla quale attendiamo di confrontarci al più presto”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400