il network

Domenica 17 Gennaio 2021

Altre notizie da questa sezione


IL LUTTO

E' morto Maradona: il mondo piange el Pibe de Oro

E' deceduto a causa di un arresto cardiorespiratorio in casa, shock a Napoli, Pelè: 'Ho perso un amico, il calcio ha perso una leggenda'

Si è spento Diego Armando Maradona

BUENOS AIRES (25 novembre 2020) - Addio a Diego Armando Maradona. Il 'più grande di sempre', come lo piange Napoli, è deceduto a 60 anni per una crisi cardiorespiratoria nella sua casa di Tigres, periferia di Buenos Aires. Era stato da poco dimesso da una clinica dopo un’operazione al cervello. "È successo l’inevitabile", ha scritto il Clarin, quotidiano argentino. Campione dai colpi irripetibili ma anche uomo fragile, Maradona è stato ricordato in tutto il mondo. Lutto nazionale di tre giorni in Argentina. L’Inghilterra rende onore a colui che fu considerato un vero nemico sportivo. Ai Mondiali del 1986 segnò un gol con la 'mano de Dios', in una partita vissuta come una rivincita della guerra della Falkland-Malvinas. Napoli sotto shock. La città commossa è scesa in piazza per ricordarlo.

I RICORDI
"Un giorno, spero, giocheremo insieme a calcio in cielo». È l’omaggio di Pelè a Maradona. «Oggi una notizia triste - scrive O Rei sul suo profilo Instagram, commentando la morte del 'Pibe de Oro' - Io ho perso un caro amico, e il mondo ha perso una leggenda. C'è molto di più da dire, ma per adesso possa Dio dare forza alla sua famiglia".
"Un giorno molto triste per tutti gli argentini e per il calcio. Ci lascia ma non se ne va, perché Diego è eterno». Con questo post su Instagram, e una foto che li ritrae insieme, Lionel Messi ricorda Diego Armando Maradona, di cui molti lo considerano l’erede. «Mi rimangono tutti i momenti belli vissuti con lui, voglio cogliere l’occasione per inviare le mie condoglianze a tutta la sua famiglia e ai suoi amici".
"Oggi saluto un amico e il mondo saluta un genio eterno": è il post, sempre su Instagram, di Cristiano Ronaldo: "Uno dei migliori di sempre, un mago senza uguali - scrive il portoghese -. Se n'è andato troppo presto, ma lascia un’eredità senza limiti e un vuoto che non sarà mai riempito. Riposa in pace fuoriclasse, non sarai mai dimenticato».
"E' il nostro passato che se ne va": è stato il primo commento di Michel Platini alla morte di Maradona ai microfoni della radio francese RTL.
"Ciao grande Diego, sarai sempre un eroe per me. Riposa in pace amico mio" è il ricordo del dt del Milan Paolo Maldini con un post su Instagram. Un messaggio accompagnato da alcune foto recenti che li ritraggono insieme, sempre sorridenti, e una sul campo di calcio mentre un giovanissimo Maldini affronta Maradona in un match tra Milan e Napoli.

A NAPOLI
Shock a Napoli per la morte di Diego Armando Maradona. La notizia, alla quale molti ancora stentano a credere, è rimbalzata sui telefonini. In pieno centro, in piazza Municipio una sola voce: «Era il più grande di tutti». Anche a Fuorigrotta, là dove si trova il San Paolo, suo tempio calcistico, ci sta chi si commuove. Subito i ricordi per le sue straordinarie giocate. E una donna, «questo 2020 è veramente l'anno peggiore». Il sindaco Luigi de Magistris ha proclamato il lutto cittadino per la morte di Diego Armando Maradona. E ha twittato: «Intitoliamo lo Stadio San Paolo a Diego Armando Maradona!!!».
Molti tifosi si sono raccolti davanti al murales di Maradona, nei Quartieri Spagnoli. Tifosi con la maglia azzurra, ma anche tante donne dei vicoli ricordano l’ex asso argentino in una città sconvolta dalla morte del calciatore che è rimasto il suo idolo in tutti questi anni. I tifosi del Napoli hanno acceso decine di lumini votivi nella piazzetta in cui si trova un piccolo bar con decine di foto e magliette di Maradona. Il bar ha acceso in proiettore su cui scorrono le immagini dei gol. Nella piazzetta, un donna al primo piano ha appeso allo stenbdipanni al balconcino una maglia del Boca Juniors con il numero 10, la prima maglia di Maradona.

notizia in aggiornamento

25 Novembre 2020