il network

Martedì 04 Agosto 2020

Altre notizie da questa sezione


CRONACA

Coronavirus, parenti di una vittima: "Hanno ucciso una generazione"

Fratelli presentano denuncia a Bergamo per la morte del padre

BERGAMO (13 luglio 2020) - «Hanno ucciso una generazione, quella che ha lavorato per tutta la vita per darci il benessere». I tre fratelli Maisto hanno presentato oggi la loro denuncia in procura a Bergamo per la morte del padre, scomparso il 29 febbraio in una Rsa lombarda, dove era ospite da oltre un mese prima per altre ragioni e dove ha contratto il coronavirus.

«Lo hanno lasciato morire - spiegano - perché aveva 88 anni e quando abbiamo chiesto se poteva essere ricoverato in una struttura con un reparto Covid ci hanno detto di no». «Negli ultimi giorni non si nutriva nemmeno più - raccontano -, il fatto di non vederci poi, probabilmente, ha fatto sì che subentrasse lo sconforto». «Ora vogliamo che chi ha sbagliato paghi, compreso chi ha deciso di ricoverare i malati di Covid nelle Rsa», concludono

13 Luglio 2020