il network

Venerdì 29 Maggio 2020

Altre notizie da questa sezione


EMERGENZA SANITARIA

Coronavirus: primi 30 in hotel a Milano, spazio per 300 persone

Arriveranno nel pomeriggio, all’hotel Michelangelo di Milano, i primi 30 cittadini che non hanno spazi adatti a casa per affrontare la quarantena. «L'ok della Protezione Civile - spiega l’assessore all’Urbanistica del Comune Pierfrancesco Maran - è arrivato ieri pomeriggio e siamo operativi da oggi con i primi 30 pazienti che ci aiuteranno a testare il servizio». Quando la struttura - messa a disposizione gratuitamente, a fronte del solo rimborso di alcune spese dalla proprietà, il Gruppo Finleonardo, e al cui progetto hanno lavorato insieme Comune, ATS, ASST, coordinati dalla Prefettura - sarà a pieno regime potrà ospitare fino a 300 persone, vale a dire il numero delle stanze dell’hotel. Ogni camera sarà occupata da una sola persona, cui verrà fornito il cambio di biancheria per 14 giorni. Gli ingressi, presidiati dalla vigilanza, con l’esercito nei pressi, sono stati divisi tra pazienti e personale, mentre gli ascensori differenziati tra covid positivi e non. Sono state escluse le zone comuni come la reception e le zone congressuali, così come sono stati istituiti percorsi separati sporco-pulito. «L'albergo era vuoto dal 10 marzo - racconta Paolo Giacomelli, rappresentante legale della proprietà - e in una settimana abbiamo fatto tutti i lavori necessari per trasformarlo in una struttura sanitario-assistenziali, è stato un po' come chiedere a una donna di passare dalla tuta da sci all’abito da sera in 30 secondi, ma ce l’abbiamo fatta». Nell’albergo lavoreranno sei dipendenti che si sono offerti su base volontaria, come racconta la responsabile del ricevimento.

30 Marzo 2020