Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

NEL LODIGIANO

Codogno, incendio in una azienda di rifiuti: ennesimo rogo in Lombardia

Sono intervenuti anche i vigili del fuoco di Cremona, il Comune ai cittadini: tenete le finestre chiuse

Francesco Pavesi

Email:

fpavesi@cremonaonline.it

28 Agosto 2019 - 21:03

Codogno, incendio in una azienda di rifiuti: ennesimo rogo in Lombadria

CODOGNO (Lodi 28 agosto 2019) - Sono appena passate le 23.30 di ieri sera, quando i vigili del fuoco vengono chiamati da un uomo che segnala un incendio in corso. Quando arrivano sul posto, al civico 2 di via Ugo la Malfa a Codogno (Lodi), si trovano davanti un intero capannone industriale che viene divorato dalle fiamme. È l’ennesimo rogo in Lombardia in un’azienda per lo stoccaggio e il trattamento di rifiuti. I pompieri si rendono subito conto che le squadre disponibili nel Lodigiano non potranno mai farcela a domarlo in fretta. Parte, allora, l’allerta mezzi che arriva fin fuori Regione, fino all’Emilia Romagna. È così che, in meno di mezz'ora, sul posto arrivano, uno dopo l’altro, mezzi dal comando di Lodi, dal distaccamento di Casalpusterlengo, ma anche dal comando di Piacenza, da Cremona e poi anche un carro schiuma da Milano. Nel capannone sono stati, nel tempo, portati rifiuti di carta e cartone, autocarri e mezzi d’opera, pneumatici, vernici, solventi chimici e altro materiale, anche rifiuti pericolosi.

Poco dopo i vigili del fuoco, sul posto arriva anche il vicesindaco di Codogno, Raffaella Novati. Quel capannone lo conosce, abita non molto lontano, e si precipita là. «Abbiamo già assistito in un passato non remoto a due altri principi di incendi in questo sito», spiega. Poi, arrivano anche i carabinieri forestali e il Noe. Passano le ore e le fiamme più alte, a poco a poco, vengono domate. Rimane da smassare l’enorme mole di materiale che ha preso fuoco. E via via che passa il tempo è possibile che crolli parte della copertura.

Così dalla mattinata di oggi si è proceduto con le operazioni di spegnimento molto più con calma e la previsione è che si continui fino a domani. Intanto, il Comune di Codogno in mattinata ha indicato ai cittadini di chiudere le finestre nel raggio di un chilometro da via La Malfa. Sul posto anche Ats e Arpa. L’Arpa in un comunicato ha reso noto, tra l’altro, che «nell’azienda (la Ggm Ambiente, ndr)), soggetta ad Autorizzazione integrata ambientale (AIA), è in corso un procedimento di controllo» iniziato «i primi giorni di agosto con un’ispezione a sorpresa, che ha evidenziato irregolarità nella gestione dei rifiuti presenti». E' stata informata anche l’autorità giudiziaria. E ulteriori verifiche ispettive erano già programmate per i prossimi giorni. Se si sia trattato di un incendio doloso o meno, lo diranno proprio le indagini coordinate dalla Procura di Lodi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400