il network

Domenica 15 Settembre 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


POLITICA

Crisi di governo, Mattarella: 'Farò nuove consultazioni'

Crisi di governo, Mattarella

ROMA (22 agosto 2019) - «Svolgerò nuove consultazioni che inizieranno nella giornata di martedì prossimo per trarre le
conclusioni e assumere le decisioni necessarie». Lo ha detto il presidente Sergio Mattarella, questa sera, dopo aver concluso le consultazione con le forze politiche. «Con le dimissioni di Conte, che ringrazio con i ministri, s'è aperta la crisi con una rottura polemica tra i due partiti. La crisi va risolta in tempi brevi come richiede un grande Paese come il nostro».

Il capo dello Stato ha sottolineato che «sono possibili solo governi che ottengono la fiducia del Parlamento con accordi dei gruppi su un programma per governare il Paese, in mancanza di queste condizioni la strada è quella delle elezioni. Il ricorso agli elettori è necessario se il Parlamento non è in grado di esprimere una maggioranza di governo. Mi è stato comunicato che sono state avviate iniziative tra partiti. Ho il dovere di richiedere decisioni sollecite».

Il Presidente della Repubblica «ha il dovere, ineludibile, di non precludere l’espressione di volontà maggioritaria del Parlamento, così come è avvenuto, del resto, anche una anno addietro, per la nascita del governo che si è appena dimesso. Al contempo ho il dovere di richiedere nell’interesse del Paese decisioni sollecite».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

22 Agosto 2019