il network

Mercoledì 16 Ottobre 2019

Altre notizie da questa sezione


CRONACA

Barista uccisa: in 500 al funerale della giovane donna

Cinquecento persone hanno partecipato ai funerali di Hui Zhou, la 24enne cinese uccisa a coltellate l’8 agosto dietro al bancone del 'Moulin Rouge' di Reggio Emilia, il bar di famiglia dove lavorava. La cerimonia si è svolta nel pomeriggio nella piccola chiesa cristiana evangelica cinese di via Zatti, nella periferia reggiana il giorno dopo che il presunto killer, il 34enne clandestino di nazionalità marocchina, Hicham Boukssid, si è costituito dopo una latitanza di dieci giorni. A stringersi attorno ai genitori e ai fratelli della ragazza, in lacrime per tutta la funzione religiosa, non solo componenti della comunità cinese provenienti da tutto il nord Italia, arrivati con pullman organizzati, ma anche ex compagni di classe e gli amici della vittima. Tra i banchi presenti anche il viceprefetto di Reggio Emilia, Alessandra Denotaristefano Di Vastogirar, il vice sindaco, Alex Pratissoli e un diplomatico dell’ambasciata italiana in Cina. «Hui Zhou non è morta, si addormentata e si risveglierà tra le braccia del Signore», ha detto il padre evangelico che ha presieduto la cerimonia, durata oltre due ore, caratterizzata da tantissimi canti biblici in lingua cinese. E alla fine, col sottofondo di una banda musicale, tutti i presenti si sono messi in fila per posare ciascuno una rosa bianca sul feretro per poi salutare all’uscita i familiari della vittima. La ragazza è stata poi sepolta nel cimitero di Rivalta, una frazione di Reggio Emilia.

20 Agosto 2019