Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CRONACA

Fermati per omicidio i 2 giovani americani

Uno di loro ha confessato di aver ucciso il giovane carabiniere Mario Cerciello Rega

Cinzia Franciò

Email:

cfrancio@laprovinciacr.it

27 Luglio 2019 - 10:58

Fermati per omicidio i 2 giovani americani

Mario Cerciello Rega

ROMA (27 luglio 2019) - Sono stati sottoposti a fermo di indiziato di delitto per tentata estorsione e omicidio aggravato in concorso i due giovani americani Elder Finnegan Lee (19 anni) e Natale Hjorth (18 anni), entrambi californiani e in vacanza nella Capitale. Uno di loro ha confessato l'omicidio del giovane CC, Mario Cerciello Rega. In attesa di chiarire i dettagli sui fatti, nella stanza dell'albergo al centro di Roma dove alloggiavano sono stati trovati in un'intercapedine un grosso coltello sporco di sangue e i vestiti indossati durante l'aggressione. Decisive le testimonianze di portiere e facchino dell'hotel. I due giovani americani ora si trovano a Regina Coeli a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

"Non pensavo fosse un carabiniere, avevo paura di essere nuovamente ingannato". Così Elder Finnegan Lee, che ha confessato di essere l'autore materiale dell'omicidio del vicebrigadiere dei carabinieri, Mario Cerciello Rega. L'intervento dei Carabinieri in borghese è avvenuto dopo il furto di una borsa a un pusher. Telecamere, ma anche tabulati e celle telefoniche hanno incastrato i due turisti americani.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400