Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

ISCRIZIONE FINO AL 31 LUGLIO

PianoLink, concorso internazionale dedicato ai pianisti amatori

In collaborazione con Yamaha Music Europe e Cremona Musica. Olga Kern: "Grazie a questi artisti, la musica sarà sempre viva"

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

20 Maggio 2022 - 16:10

PianoLink, concorso internazionale dedicato ai pianisti amatoriali

CREMONA -  È stata presentata oggi nel corso di una conferenza stampa trasmessa in  streaming, dall’Associazione Musicale PianoLink, in collaborazione con Yamaha Music Europe branch Italy e CremonaMusica International Exhibitions and Festival, la terza edizione del PianoLink International Amateurs Competition per pianisti amatori, dedicato a tutti gli amanti e appassionati del pianoforte, con la Direzione Artistica di Roberto Prosseda e Andrea Vizzini. Tra i membri della giuria: Olga Kern, Vovka Ashkenazy, Anna Kravtchenko, Enrica Ciccarelli, Jed Distler.

Alla presentazione sono intervenuti, oltre alla Giuria ed ai Direttori Artistici, anche Ilaria Seghizzi, Product Manager di Cremona Musica; Giovanni Iannantuoni, Senior Manager Piano Strategy & Marketing Yamaha Music Europe branch Italy.

“Le persone che hanno professioni diverse e suonano così bene il pianoforte sono grande fonte di ispirazione per me - ha spiegato Olga Kern -. Penso che la differenza tra il mondo musicale professionale e quello amatoriale sia che i professionisti hanno molto più tempo per studiare, questa è la loro professione! Gli amatori possono esercitarsi solo dopo aver terminato un'intera giornata di lavoro e nonostante la stanchezza trovano il tempo per studiare e far parte del magico e bellissimo mondo della musica. Gli artisti amatori mi fanno sentire ogni volta che la musica sarà sempre viva, grazie alla loro pura gioia, al loro amore e alla loro passione per la musica, è incredibile!”.

LA MISSIONE DI CREMONA MUSICA

“La missione di Cremona Musica non è solo quella tipica di una fiera e cioè far incontrare domanda e offerta del settore degli strumenti musicali, ma è anche quella di svolgere il compito di divulgatore del valore della cultura musicale in Italia e nel mondo- ha detto Ilaria Seghizzi -. Abbiamo voluto sostenere fin dalla sua prima edizione questo innovativo concorso proprio perché, oltre ad incarnare in pieno i princìpi che ci contraddistinguono di qualità, internazionalità e originalità, ci permette di contribuire alla diffusione della musica in modo molto capillare attraverso gli amanti della musica per eccellenza: gli amatori.

“Dopo un paio d’anni di gestazione, il PIAC è venuto alla luce tre anni fa, in un momento in cui, a causa della pandemia, la “luce” era davvero fioca - ha spiegato Iannantuoni - . Entrambe le finali passate si sono svolte tra mille complicazioni e con le mascherine a coprire i volti. Ma in entrambi i casi per tutti noi, per i partecipanti, le giurie strepitose, gli organizzatori, è stata una esperienza davvero unica e indimenticabile. Come tutte le creature che nascono in un momento difficile e ostile il PIAC sta crescendo bello, forte e determinato. La terza edizione sarà senza dubbio un ulteriore passo avanti. Grazie davvero a tutti coloro che hanno creduto a questo progetto”.

Tutti noi musicisti dovremmo essere, prima di tutto ‘amatori’, ovvero fare musica per passione, per il puro piacere di condividerla con gli altri, come occasione di ascolto reciproco e di scoperta della bellezza- ha aggiunto Prosseda, Coordinatore Artistico di Cremona Musica  Piano Experience-. Per questo a Cremona Musica vogliamo sostenere e promuovere il mondo dei musicisti amatori tramite questo innovativo concorso: un’opportunità per tutti i musicisti di incontrarsi, di farsi conoscere da grandi pianisti che siedono nella giuria, e di divulgare, anche tramite i video delle loro interpretazioni, la bellezza di far musica con la massima sincerità e con il cuore”.

Il PIAC è molto più che un concorso: è una grande occasione di condivisione, una grande opportunità per i concorrenti, di raggiungere i più grandi musicisti sulla scena mondiale, di ricevere consigli preziosi per il proprio percorso, di coronare il sogno di suonare con una grande orchestra sinfonica di professionisti- ha spiegato Vizzini, direttore artistico del Concorso-. Sopra ogni cosa il PIAC, nato coi sentimenti di una grande famiglia grazie a partner meravigliosi come Bösendorfer e Cremona Musica, rappresenta la realizzazione del miglior auspicio: che la musica possa essere diffusa nel mondo spinta dalla passione e dall’amore prima di tutto”.

 

IL CONCORSO

Il concorso è rivolto a tutti i pianisti amatori di ogni nazionalità e provenienza. I candidati potranno iscriversi al Concorso fino al  31 luglio 2022  sul sito  www.pianolink.it/amateurs-competition/iscrizione.

La competizione, che  si svolgerà in modalità online a partire dal 3 agosto 2022 (fase eliminatoria) e successivamente a Cremona il 24 settembre 2022 (fase finale) e a Milano nel 2023 (concerti dei vincitori),  si articola in due categorie: candidati privi di qualunque titolo accademico e candidati in possesso di un titolo accademico di studi pianistici (diploma accademico di primo o secondo livello, undergradate, bachelor, master, doctorate, professional, graduate, postgraduate, specialist degree o altri titoli equipollenti).

Il Vincitore Assoluto si aggiudicherà un Workshop annuale di pianoforte e orchestra del valore di 4.000 euro, comprensivo di hotel e viaggi necessari per la frequenza a/r in tutta Europa e concerto finale con Orchestra Sinfonica durante il MiAmOr Music Festival 2023 a Milano. Gli altri premi: Premio Speciale Cremona Musica 2022, Premio Speciale Friendship Award 2022,  Premio Speciale Piano Bridges 2022.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400