Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

COMMEMORAZIONE DEFUNTI

Da Dante a Marilyn Monroe, 12 tombe di famosi e dove visitarle

Sono meta di pellegrinaggi in tutto il mondo, spesso mausolei pieni di fascino e mistero

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

02 Novembre 2021 - 10:40

Da Dante a Marilyn Monroe, 12 tombe di famosi e dove visitarle

La tomba di Marilyn Monroe al Westwood Village Memorial Park a Los Angeles

Le tombe dei grandi hanno un grande fascino, per la loro architettura, la bellezza monumentale e ovviamente per le persone che vi giacciono. Sono spesso meta di veri e propri pellegrinaggi (quello per Jim Morrison al Pere Lachais di Parigi ad esempio) e sono diventati anche delle occasioni turistiche, in particolare per il ponte di Ognissanti e per Halloween.

LA TOMBA DI DANTE

Nell'anno dantesco non può che partire dal poeta padre della lingua italiana. La tomba è nel centro di Ravenna, un angolo di pace, all’ombra di una grande quercia fatta piantare da Giosuè Carducci agli inizi del ’900. Costruita tra il 1780 e il 1781 su progetto dell’architetto Camillo Morigia, la cosiddetta “zucarira” (la zuccheriera in dialetto locale) – così come viene amichevolmente soprannominata dai ravennati – si staglia sul fondo di Via Dante Alighieri. Nel 1321, quando Dante morì, la sua tomba doveva essere una semplice cappella, probabilmente un sarcofago, posto all’esterno della Chiesa di San Francesco, fatto realizzare da Guido Novello da Polenta, signore di Ravenna, per rendere omaggio alle spoglie del grande Poeta. Nel 1483 Bernardo Bembo, che governava la città per conto della Repubblica di Venezia, procedette al suo rifacimento, commissionando allo scultore Pietro Lombardo il bassorilievo marmoreo con il ritratto di Dante, che oggi ritroviamo all’interno della Tomba. Tra alterne vicende legate alle spoglie del Sommo Poeta contese tra Ravenna e Firenze, tra il 500 e il ‘700 le ossa di Dante scomparvero per ben due secoli, gelosamente custodite dai monaci francescani. Tra il 1780 e il 1782 fu costruito l’attuale mausoleo. Fu in quell’occasione che le spoglie di Dante comparvero nuovamente, ricollocate nell’urna originaria. Nel 1810, a causa delle leggi napoleoniche, i frati furono costretti a lasciare il convento, ma prima si premurarono di nascondere la cassetta con le ossa. Il 25 maggio 1865, durante i lavori di manutenzione del convento adiacente la tomba, un muratore rinvenne casualmente in una parete del Quadrarco di Braccioforte una cassetta di legno, che l’intervento di un giovane studente, Anastasio Matteucci, salvò dalla distruzione. Su di essa una scritta recitava “Dantis ossa a me Fra Antonio Santi hic posita anno 1677 die 18 octobris” (“Queste le ossa di Dante da me collocate in data 18 ottobre 1677”). In quell’occasione la salma fu ricomposta, esposta al pubblico in un’urna di cristallo per qualche mese, quindi ritumulata all’interno del tempietto che oggi conosciamo. Da allora, a parte dei piccoli trasferimenti avvenuti durante la Seconda Guerra Mondiale per evitare possibili distruzioni, le spoglie del Sommo Poeta non hanno subito più alcun spostamento, mettendo così la parola fine a una roccambolesca vicenda che per secoli ha pervaso di mistero le ossa del grande Poeta.

LA TOMBA DI MARILYN MONROE, IL MITO

Norma Jeane Mortenson riposa dall’8 agosto 1962 nel Westwood Village Memorial Park Cemetery, a Westwood, quartiere di Los Angeles, anche se l’attrice, secondo Truman Capote, avrebbe voluto che le sue ceneri fossero disperse in mare. Anche Capote riposa nello stesso complesso cimiteriale, uno dei più famosi degli Stati Uniti per via dell’altissimo numero di personalità sepolte. Oltre alla Monroe e a Capote, infatti, vi si trovano le tombe di Farrah Fawcett, Peter Falk, Gene Kelly, Burt Lancaster, Jack Lemmon, Walter Matthau, Dean Martin, Betty Page, Natalie Wood, Frank Zappa. Qui fu cremata Janis Joplin e poi le sue ceneri furono disperse nell’oceano. Leggenda vuole che sulla tomba di Marylin aleggi ancora il suo fantasma.

LA TOMBA DI ELVIS PRESLEY, IL RE DEL ROCK

Il luogo in cui riposano i resti del Re del Rock è senza ombra di dubbio una delle tombe più visitate al mondo. Dopo la morte del cantante, nell'agosto 1977, il suo corpo fu portato al Forest Hills Cemetery di Memphis. Tuttavia, un tentativo di furto ha fatto sì che la tomba venisse spostata a Graceland Mansion, dove l'artista ha vissuto gli ultimi venti anni della sua vita. Aprendo Graceland al pubblico, la famiglia del Re del Rock è riuscita a raggiungere due obiettivi: risolvere diversi problemi finanziari e creare un tempio unico al mondo per custodire il patrimonio ereditario di Elvis Presley. Si stima che 650.000 persone visitino il sito ogni anno, essendo considerata una delle migliori "attrazioni musicali" del mondo.

SHAKESPEARE, TUTTA UNA VITA A STRATFORD-UPON-AVON

La tomba del celebre scrittore - segnala Civitatis, impresa di visite guidate, escusioni e tour gratuiti in italiano in tutto il mondo - si trova nella sua città natale, Stratford-Upon-Avon. Questa località britannica, situata sulle rive del fiume Avon, ha molte attrazioni turistiche dedicate alla sua personalità più illustre, come la casa natale dell'autore di Romeo e Giulietta o la Shakespeare's Schoolroom & Guildhall, luogo dove studiò uno degli scrittori più famosi del mondo. Ovviamente, è anche possibile visitare il cimitero della Santa Trinità, dove si trova la tomba di William Shakespeare e anche un epitaffio che, secondo la leggenda, fu scritto da Shakespeare stesso.

MICHAEL JACKSON, UNA TOMBA D'ORO E D'ARGENTO

La sua scomparsa nel 2009 ha lasciato il mondo della musica sotto shock, ma l'eredità di Michael Jackson continua a vivere e i suoi fan continuano a rendergli omaggio anno dopo anno. Un'altra delle tombe più famose del mondo appartiene al Re del Pop, i cui resti giacciono nel Forest Lawn Memorial Park di Los Angeles. Il mausoleo si distingue per i suoi materiali nobili, marmo, oro e argento, che hanno fatto salire il valore di questo luogo di riposo a quasi 900.000 dollari.

BRUCE LEE, UNA DELLE TOMBE PIU' FAMOSE DI SEATTLE

Il cimitero Lakeview di Capitol Hill, a Seattle, è anche un luogo molto frequentato, poiché ospita la tomba di Bruce Lee. L'attore, famoso per la sua padronanza delle arti marziali, è morto alla giovane età di 32 anni ma rimane ancora oggi un'icona per gli amanti della settima arte. Bruce riposa accanto a suo figlio Brandon, anche lui morto in giovane età dopo essere stato colpito accidentalmente durante le riprese di una scena del film The Crow.

LA TOMBA DEI RE CATTOLICI, UN RIPOSO ETERNO A GRANADA

Cristoforo Colombo (a Siviglia), El Cid e Goya sono solo alcuni dei molti personaggi illustri che sono sepolti con onore in Spagna. Ognuno di loro potrebbe occupare il primo posto tra le tombe più famose del paese. Tuttavia, la Cappella Reale di Granada, dove sono sepolti i resti mortali di Isabella di Castiglia e Ferdinando d'Aragona, spicca per il suo valore storico. Anche se l'Alhambra di Granada è il monumento più popolare della città, con più di 4,5 milioni di turisti all'anno, la Cattedrale merita una visita. La sua cappella reale, in stile gotico, è una delle grandi attrazioni turistiche del tempio. Il sepolcro ospita le tombe dei monarchi cattolici e della loro erede, Giovanna I di Castiglia, e di suo marito, Filippo il Bello.

FRANK SINATRA E I FAN DI “THE VOICE”

Anche il cimitero statunitense del Desert Memorial Park, a Cathedral City, accoglie un gran numero di turisti alla ricerca della tomba di Frank Sinatra. L'interprete, popolarmente conosciuto come “The Voice”, riposa sotto un epitaffio che dice "il meglio deve ancora venire". Si dice che il cantante sia stato sepolto con una bottiglia di whisky e una stecca di sigarette. Mito o realtà?

BOB MARLEY, UN’AUTENTICA RIVOLUZIONE GIAMAICANA

Un’altra delle tombe più famose del pianeta è quella del cantante che ha reso popolare la musica reggae nel mondo. Infatti, è una delle principali attrazioni turistiche della Giamaica e si trova a Nine Mile. Lì è nato e riposa Bob Marley, l'interprete di canzoni leggendarie come No woman, no cry, Is this love e Redemption Song.

WALT DISNEY E LA STORIA DI UNA FALSA CRIOGENIA

Davvero Walt Disney è stato ibernato? No, non lo è. Walter Elias Disney riposa nel cimitero del Forest Lawn Memorial Park, lo stesso cimitero dove si trova la tomba di Michael Jackson. Incredibilmente, i resti del famoso regista non sono stati congelati, ma cremati. L'origine del mito può essere dovuta alla smania del pubblico di mantenere in vita una mente come quella di Disney. La confusione potrebbe anche derivare dalle dichiarazioni fatte all'epoca dal direttore dell'ormai dismessa California Cryogenic Society, che sosteneva che Walt voleva essere congelato dopo la sua morte.

JOHN F. KENNEDY: PRESIDENTE, TRAGEDIA E MITO

L'assassinio di John Fitzgerald Kennedy nel 1963 ha fatto epoca. Ci sono ancora molti misteri che circondano questo omicidio e il luogo dove giacciono i suoi resti può essere descritto come una delle tombe più visitate al mondo. Molti sono i turisti che si recano a Washington D.C. e trascorrono almeno qualche ora visitando l'Arlington National Cemetery, dove il politico riposa accanto a 400.000 soldati, veterani di guerre come quelle in Iraq e Afghanistan, del conflitto coreano o della Prima e Seconda Guerra Mondiale. Non è un caso, quindi, che sia il più grande cimitero militare del paese.

JIM MORRISON, UNA DELLE TOMBE PIU' VISITATE DI PARIGI

Il leader della band The Doors è sepolto nel cimitero di Père-Lachaise a Parigi, insieme ad altri cantanti come Edith Piaf e pittori come Max Ernst. La tomba della rockstar americana Jim Morrison è la zona più visitata del cimitero, un luogo in cui i suoi fan, mezzo secolo dopo la sua morte, continuano a rendere omaggio a questa stella del rock. (ANSA)

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400