Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

ARTE

I colori del morfismo

Al Triangolo una selezione di opere di Giuseppe Tabacco, scenografo e artista, a un anno dalla scomparsa

Mariagrazia Teschi

Email:

mteschi@laprovinciacr.it

15 Settembre 2021 - 06:00

I colori del morfismo

Giuseppe Tabacco

CREMONA - Nel fine settimana in cui la città si accende di colori e vita per le Invasioni botaniche, gli spazi del Triangolo Galleria d’Arte di vicolo della Stella, accoglieranno le opere di un artista che sul colore ha fondato la sua ricerca artistica, Giuseppe Tabacco. Curata da Francesco Mutti che sabato sarà presente in galleria, la rassegna apre i battenti domani (fino al 26 settembre, orari 16,30-19,30 - info@iltrangoloartgallery.com) con un percorso espositivo di opere appartenenti a collezioni private ora visibili al pubblico, molte per la prima volta.

«Non una mostra commemorativa ma un ricordo festoso all’insegna di un’arte piena di colore — spiega Raffella Colace, direttore artistico della galleria —. Tabacco è stato un maestro, prima d’ogni altra cosa un amico per chi ne ha condiviso anche solo in minima parte il tragitto: un uomo, oltre all’artista, in grado con la sua energia, il suo entusiasmo, le sue idee di spingere il prossimo al dialogo e a dare sempre il meglio. Un uomo che ha lasciato il segno».

tabacco

A poco più di un anno dalla sua prematura scomparsa, il Triangolo che già ne aveva ospitato una personale nei primi mesi del 2019, torna così ad essere la casa di questo talentuoso artista, ospitandone una ventina di creazioni. Tra opere storiche, inediti e visioni del futuro a cui Tabacco — catanese di nascita e cremonese di adozione, diplomato in Scenografia all’Accademia di Belle Arti di Brera — stava lavorando già da tempo, l’esposizione raccoglie gran parte della sua produzione intellettuale, fermamente improntata su quella corrente del meta-morfismo che egli aveva contribuito a creare e che si fa portavoce di un’analisi della materia pittorica attraverso la forma dell’immagine ritratta. Dunque «invenzioni tonali, profili, accenti cromatici si sposano con l’osservazione di un quotidiano che per Tabacco era una continua sorpresa — aggiunge Colace —: lo dimostrano la moltitudine di lavori ancora inediti conservati nei suoi archivi e, allo stesso tempo, quelli tradotti dall’artista nella loro versione finale». In mostra, dunque, le migliori tra le prove della sua produzione: lavori che descrivono un mondo in repentino cambiamento e comunque in grado di essere veicolo di quella bellezza che solo la sua gentile sensibilità ha saputo raccontare, donne dallo sguardo forte e deciso, regine di uno spazio a loro immagine e somiglianza. Oppure incredibili voli formali, nei quali la linea è pura astrazione.

  • I colori del morfismo. Giuseppe Tabacco. Un ricordo.
    A cura di Francesco Mutti
    Il Triangolo Galleria d’Arte, vicolo della Stella dal 16 al 26 settembre, orari da giovedì a domenica 16.30 - 19.30. Sabato 18 settembre il curatore sarà presente in galleria
    Ingressi contingentati nel rispetto delle norme sanitarie.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400