Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

PORTE APERTE FESTIVAL

D'Aniello e Pedrini, un'amicizia fra «preti e birre»

Il musicista dei Modena City Ramblers ha dialogato con l'ex leader dei Timoria sul suo libro 'E alla meta arriviamo cantando'

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

01 Giugno 2021 - 06:37

D'Aniello e Pedrini, un'amicizia fra «preti e birre»

CREMONA - «Preti e birre»: ecco riassunto, nelle parole semi-serie dei diretti interessati, l’andirivieni di occasioni che negli anni ha avvicinato Franco D’Aniello dei Modena City Ramblers e Omar Pedrini, entrambi ospiti della prima anteprima del PAF - Porte Aperte Festival, nel cortile del circolo Arcipelago. Scherzano ma non troppo i due musicisti che nel 2010 si trovarono a combattere insieme contro l’abbattimento della Grande Nonna Quercia di Castelvetro Piacentino e che prima ancora si incrociarono su palchi grandi e piccoli, talvolta richiamati anche, per i più svariati motivi, da figure di religiosi atipici come don Luigi Ciotti, don Andrea Gallo e don Bruno Bignami. I due amici hanno parlato del nuovo libro scritto da D’Aniello E alla meta arriviamo cantando - Le storie, i viaggi, la musica dei Modena City Ramblers (La Nave di Teseo Edizioni) ripercorrendo trent’anni di storia della band combat-folk emiliana e, indirettamente, anche un tratto della strada dei Timoria, band di cui Pedrini fu tra i fondatori prima dell’avventura solista. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400