il network

Venerdì 13 Dicembre 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Jethro Tull, un concerto memorabile sotto il Torrazzo

Con Anderson e compagni la storia del rock in piazza del Comune

Jethro Tull, un concerto memorabile sotto il Torrazzo

CREMONA (15 luglio 2019) - E poi viene il flauto. C’è qualcosa di mistico e misterioso ma anche di tremendamente familiare nell’osservare sul palco Ian Anderson, 71 anni, 50 e più dei quali passati nelle file dei Jethro Tull a scrivere alcune delle pagine più importanti della storia del progressive. Stasera in una piazza del Comune tesa e in attesa come si conviene per le occasioni più importanti,  Anderson e i suoi Jethro degli anni Duemila (una formazione con Florian Opahle alla chitarra elettrica, David Goodier al basso, John O'Hara alle tastiere e Scott Hammond alla batteria e percussioni) ha catalizzato l’attenzione di un pubblico composto da almeno due generazioni in occasione del secondo appuntamento del festival Acque Dotte. Un concerto a base di successi, una antologia che ha necessariamente condensato il periodo d’oro della band, sin dai tempi degli esordi al Marquee Club di Wardour Street (con Beggar's Farm per esempio), passando per la celeberrima strumentale Bourée e Thick as a Brick.

Un concerto che ci sarebbe piaciuto raccontarvi anche con l’aiuto di fotografie e video di una delle formazioni più note del progressive rock in azione nella cornice mozzafiato di piazza del Comune, ma che le radicali indicazioni dello stesso Anderson (niente fotografi, nemmeno nel corso delle prime tre canzoni, e niente smartphone fra il pubblico) purtroppo non hanno reso possibile. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

16 Luglio 2019