il network

Giovedì 27 Giugno 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

The Bloody Beetroots è il primo nome del Tanta Robba Festival 2019

Sotto il nome misterioso si cela Bob Cornelius Rifo, a sua volta nome d’arte di un dj, musicista e produttore italiano nato nel 1977

The Bloody Beetroots è il primo nome del Tanta Robba Festival 2019

CREMONA - Tanta Robba Festival annuncia il primo super-ospite dell'edizione 2019 e allunga di un giorno la sua programmazione. E' infatti The Bloody Beetroots il nome del primo dj set annunciato dagli organizzatori e destinato a incendiare la serata del 6 luglio. Un festival che - dopo il crescente successo degli ultimi anni - ha deciso di regalare una serata in più di musica portando a quattro le date in calendario. Quest'anno l'appuntamento è per il 4, 5, 6 e 7 luglio sempre nell'area verde del parco Lungo Po Europa. Non è una novità, invece, ma contribuirà a confermare la nuova edizione del festival come uno degli appuntamenti di certo più partecipati della stagione, la rinnovata gratuità dell'intera manifestazione organizzata dall'associazione Amici di Robi/Tanta Robba Crew. Il nome di The Bloody Beetroots rilancia la natura poliedrica del festival, portando a Cremona uno degli artisti più celebri dell'elettronica ma anche più noti al grande pubblico (basta ricordare che The Bloody Beetroots condivise il palco del Festival di Sanremo nel 2014 con Raphael Gualazzi dopo aver collaborato con l’ex Beatles Paul McCartney e Tommy Lee dei Motley Crue). Sotto il nome misterioso si cela - nel vero senso della parola dato che il il volto dell'artista è sempre nascosto da una maschera - Bob Cornelius Rifo, a sua volta nome d’arte di un dj, musicista e produttore italiano nato nel 1977 a Bassano del Grappa, che con il suo album di debutto Romborama ha venduto oltre 2 milioni di copie in tutto il mondo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

15 Febbraio 2019