Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA. L'INTERVISTA

Mordillo: «Con i miei disegni cerco di migliorare il mondo»

Il grande illustratore protagonista della mostra Caos, fino al 3 febbraio in Santa Maria . «La mia prima giraffa risale al ‘68. E’ il mio personaggio più famoso ma è senza nome»

Fabio Toninelli

Email:

fguerreschi@laprovinciacr.it

23 Gennaio 2019 - 17:44

Mordillo: «Con i miei disegni cerco di migliorare il mondo»

CREMONA - Probabilmente ogni ragazzino tra gli anni ’70 e ’90 ha ammirato le immagini di Mordillo sui diari, sui quaderni e sulle cartellette che usava a scuola. O forse ha trascorso ore di grande concentrazione per completare un puzzle con una delle illustrazioni straripanti di dettagli e di umorismo tipiche del geniale artista argentino.

Nato a Buenos Aires nel 1932 da una famiglia di umili origini emigrata dalla Spagna in cerca di fortuna, Guillermo Mordillo è riuscito ad affermarsi in tutto il mondo come uno degli autori più amati dal pubblico, anche grazie alla sua incredibile abilità di strappare un sorriso con disegni senza parole e dunque universali. Oltre 170 sue opere sono attualmente esposte nella mostra organizzata dall'Associazione Tapirulan con la collaborazione del Comune: una grande monografica visitabile fino al 3 febbraio a Santa Maria della Pietà (piazza Giovanni XXIII), come sezione speciale di CAOS – Mostra internazionale di illustratori contemporanei.

Mordillo, che impressione le ha fatto vedere le sue opere in mostra?
«Quando all’inaugurazione ho visto le illustrazioni esposte ho pensato: come ho fatto a fare tutto questo, è impossibile! Eppure, nonostante ci siano molte opere, sono solo una piccola parte della mia produzione. Mi ha emozionato vedere quello che ho fatto in tanti anni di lavoro e sono contento perché la mostra è davvero ben fatta, ci sono i miei lavori di quando ero poco più che bambino e ci sono anche le mie illustrazioni più famose sulla coppia, lo sport, gli animali, le giraffe… È una delle mostre più complete della mia vita».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400