Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

Podisti nel mirino dei ladri, colpi a raffica lungo il Po

I malviventi aprono le auto dei runner a caccia di effetti personali: in un caso 'bruciati' in poche ore duemila euro da una carta di credito

Francesco Pavesi

Email:

fpavesi@cremonaonline.it

02 Settembre 2014 - 08:50

Podisti nel mirino dei ladri, colpi a raffica lungo il Po

Il parcheggio antistante il bocciodromo di Cremona

CREMONA - L’offensiva dei ladri si concentra in una delle zone da sempre nel mirino dei malviventi: i parcheggi antistanti le piscine e il bocciodromo, piazzale Azzurri d’Italia, e lungo Po Europa. Una decina i colpi messi a segno nel corso delle ultime due settimane, tutti a danno di persone che lasciano lì l’auto per andare a correre lungo gli argini e le sponde del Grande Fiume. Tutto avviene nell’arco di pochi secondi, quelli che servono per forzare la portiera o rompere cristallo della vettura per poi arraffare gli effetti personali lasciati dal proprietario nell’abitacolo, cosa che fa la gran parte di coloro che corrono. In un caso, nell’arco di poche ore, i malviventi hanno bruciato oltre duemila euro da una carta di credito. In un altra occasione si sono fermati a 700 euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • chiappafranco

    03 Settembre 2014 - 12:42

    Si insomma, se per usare la carta di credito non c'è bisogno di nessun codice segreto lasciarla in auto alla portata del primo che capita è proprio da "sprovveduti".

    Report

    Rispondi

  • william.andrico

    02 Settembre 2014 - 22:30

    Usando la carta di credito non serve il codice pin,quello si usa per il pagamento tramite bancomat,l'esercente del negozio dovrebbe però chiedere un documento

    Report

    Rispondi

  • jennyalquati

    02 Settembre 2014 - 13:26

    Ho sempre creduto che per accedere alla carta di credito ci volesse un codice segreto che, come dice la parola stessa, è conosciuto solo dall'utente. Invece sembra che la cosa sia facilmente aggirabile. Mi piacerebbe sapere come si fa così non avrei nemmeno il disturbo di memorizzare il codice di accesso della mia (quello che viene chiamato pin). Ringrazio in anticipo per la preziosa informazione.

    Report

    Rispondi