Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

Auto si ribalta in via Giordano, paura per sei ragazzi

Uno dei giovani viaggiava nel bagagliaio, ha chiamato i soccorsi e si è dileguato per poi rifarsi vivo alle 9.30 del mattino confermando di essere stato all'interno della vettura al momento dello schianto

Francesco Pavesi

Email:

fpavesi@cremonaonline.it

01 Giugno 2014 - 09:55

Auto si ribalta in via Giordano, paura per sei ragazzi

CREMONA - Se la sono vista brutta cinque ragazzi tra i 19 e i 22 anni, che all'alba di domenica 1 giugno sono stati protagonisti di una paurosa carambola in via Giordano. A bordo della vettura - una citroen Picasso - viaggiava, nel bagagliaio, anche un sesto giovane. E' stato quest'ultimo, l'unico rimasto illeso, ad allertare i soccosi. Quando ha sentito le ambulanze si è dileguato per poi rifarsi vivo alcune ore dopo in ospedale.

Erano circa le 4.30 quando il conducente, per cause ancora da accertare (la dinamica è al vaglio della polizia stradale), ha perso il controllo della vettura che è andata a sbattere contro una colonnina del gas per poi ribaltarsi in mezzo alla strada. Alcuni residenti sono stati svegliati di soprassalto dal violento impatto. I mezzi del 118 (cinque ambulanze e un'automedica) sono arrivati a sirene spiegate insieme ai vigili del fuoco. Nonostante uno scenario iniziale molto preoccupante, nessuno dei giovani - due ragazze di  20 e una di 19 anni e due ragazzi di 19 e 22 anni - è rimasto ferito in modo preoccupante. Quando sono giunti al pronto soccorso hanno raccontato che in auto con loro viaggiava anche una sesta persona. La polizia stradale è tornata in via Giordano, ma non ha trovato nessuno. Il ragazzo, che era nel bagagliaio quando l'auto si è capottata, si è rifatto vivo alle 9.30 in ospedale, confermando di essere a bordo e raccontanto di essersi allontanato, dopo aver chiamato i soccorsi, perché spaventato.

Le operazioni di soccorso e messa in sicurezza di via Giordano - soprattutto a causa della centralina del gas compromessa - hanno richiesto tre ore, periodo in cui la strada è rimasta bloccata. Non solo, a scopo cautelativo, molti residenti sono stati fatti uscire dalle proprie abitazioni e hanno potuto rientrare soltanto alle prime ore del mattino

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400