Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CORONAVIRUS. IL QUADRO

Covid: in Lombardia il tasso di positività sale al 18,2%

Sono 5.438 i nuovi casi, 165 in provincia, e 7 i decessi. Ricoveri in aumento

Cinzia Franciò

Email:

cfrancio@laprovinciacr.it

16 Giugno 2022 - 18:07

Covid: in Lombardia il tasso di positività sale al 18,2%

CREMONA - Con 29.812 tamponi effettuati è di 5.438 il numero dei nuovi positivi al Covid registrati in Lombardia, 165 in provincia di Cremona, con un tasso di positività in forte salita al 18,2% (ieri era al 15,5%).

Il numero dei ricoverati è in calo nelle terapie intensive (-1, 18) e in aumento nei reparti (+12, 505). Sono 7 i decessi che portano il totale da inizio pandemia a 40.698.

I DATI DELLA PROVINCIA

  • Milano 2.096 casi (di cui 1.016 in città),
  • Bergamo 348,
  • Brescia 596,
  • Como 275,
  • Cremona 165,
  • Lecco 216,
  • Lodi 94,
  • Mantova 214,
  • Monza e Brianza 573,
  • Pavia 312,
  • Sondrio 67
  • Varese 234.

 MARCHI CINESI SI RAFFORZANO NONOSTANTE IL COVID

I marchi cinesi si sono rafforzati nonostante le sfide imposte dal Covid-19. Questo è quanto emerso da un rapporto pubblicato ieri dalla società internazionale di ricerche di mercato Kantar. 14 brand cinesi sono entrati nella classifica BrandZ Top 100 Most Valuable Global Brands 2022, rappresentando quasi il 10% del valore totale dei marchi in classifica. Tencent e Alibaba si sono classificati rispettivamente al quinto e al nono posto per valore del brand. L’applicazione video per smartphone cinese Kuaishou è entrata per la prima volta nella lista con un valore di mercato di 26,5 miliardi di dollari. Sullo sfondo della persistente pandemia, sempre più marchi cinesi si sono orientati verso la digitalizzazione, a un ritmo più veloce rispetto alle imprese europee e statunitensi, come ha dichiarato Doreen Wang, Global Chair di Kantar BrandZ, nel corso di una conferenza stampa.

GIMBE: 5,4 MILIONI SENZA LO SCUDO DELLA TERZA DOSE

Ferme le percentuali di chi ha ricevuto almeno una dose di vaccino anti-Covid (88,1% della platea) e di chi ha completato il ciclo vaccinale (86,6%). Sono 6,86 milioni i non vaccinati, di cui 2,84 milioni di guariti protetti solo temporaneamente. Lo rileva il monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe relativo alla settimana 8-14 giugno 2022. Non hanno ancora ricevuto la terza dose 8,03 milioni di persone, di cui 2,6 milioni di guariti che non possono riceverla nell’immediato: senza lo scudo della terza dose, quindi, rimangono in 5,4 milioni.

Per quanto riguarda invece le quarte dosi la copertura è al 38,2% per gli immunocompromessi e al 18,1% per gli altri soggetti fragili. Nette le differenze regionali per la copertura con quarte dosi degli immunocompromessi (dall’8,2% della Calabria al 100% del Piemonte) e degli altri fragili (dal 5,1% della Calabria al 38,6% del Piemonte). «Premesso che in termini assoluti i numeri sono esigui - riporta il monitoraggio - nella settimana 8-14 giugno risalgono i nuovi vaccinati: 3.211 rispetto ai 2.510 della settimana precedente (+27,9%). Di questi il 37,8% è rappresentato dalla fascia 5-11 anni: 1.213, con un incremento del 29,7% rispetto alla settimana precedente.  Cresce tra gli over 50, più a rischio di malattia grave, il numero di nuovi vaccinati che si attesta a quota 861 (+34,3% rispetto alla settimana precedente)».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400