Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

NEL CREMASCO

Intercettato furgone rubato, scatta l'inseguimento dei Cc: recuperata la refurtiva

Il veicolo fuori strada, il conducente fugge. I complici recuperano l’uomo con un’altra auto rubata. Poi l'abbandono del veicolo e la fuga nella campagna a piedi

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

18 Maggio 2022 - 14:03

Intercettato furgone rubato, scatta l'inseguimento dei Cc: recuperata la refurtiva

CREMA - Si è concluso con il recupero di tutta la refurtiva e di due veicoli rubati il doppio inseguimento dei Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile di Crema avvenuto la notte scorsa tra Vaiano Cremasco, Dovera e Spino d’Adda.

Intorno alle 04.45 è scattato l’allarme alla Centrale operativa di Crema per un furto in atto presso una ditta di cosmetici di Ripalta Cremasca dove delle persone avevano forzato un cancello ed erano entrate nel piazzale. Dal tetto poi erano riuscite ad entrare nel capannone e avevano caricato un furgone con numerose scatole contenenti prodotti di bellezza, allontanandosi rapidamente.

Le pattuglie dell’Aliquota Radiomobile e della Stazione di Pandino hanno dato inizio alle ricerche del furgone e poco dopo, tra Dovera e Vaiano Cremasco, lungo la SP 415 Paullese, lo hanno intercettato e hanno provato a fermarlo.

Il conducente del veicolo, capito che non sarebbe riuscito a scappare, nella zona di Spino d’Adda si è immesso a forte velocità in una strada di campagna, ma ha perso il controllo del veicolo che è uscito di strada e si è ribaltato.

300 MILA EURO DI REFURTIVA

L’uomo, è comunque riuscito a uscire dall’abitacolo e, approfittando dell’oscurità e della folta vegetazione, è riuscito a scappare per la campagna. I militari hanno quindi recuperato il furgone, risultato rubato il 13 maggio scorso a Sesto San Giovanni, all’interno del quale hanno trovato tutta la refurtiva che è stata restituita al titolare della ditta di cosmetici e che da un successivo inventario è risultata composta da circa 60.000 pezzi per un valore complessivo di circa 300.000 euro.

Dopo le 5.30, mentre i militari cercavano il ladro in fuga, sempre nella zona di Spino d’Adda e sempre lungo la SP 415 hanno notato un’Alfa Romeo Giulietta con tre persone a bordo.

I militari hanno verificato che l’auto risultava rubata e quindi potevano essere i complici che erano venuti a recuperare l’uomo in fuga. Hanno provato a bloccarla, ma quando l’auto è stata raggiunta il conducente ha fermato il veicolo in mezzo alla strada e i tre occupanti hanno aperto le portiere e sono scappati per i campi.

Il veicolo, anche questo risultato rubato il 13 maggio a Sesto San Giovanni, è stato recuperato per la successiva restituzione al proprietario. Con l’ausilio di altre pattuglie giunte in zona sono proseguite le ricerche, ma i tre fuggitivi non sono stati trovati.

PREVENZIONE E REPRESSIONE DEL CRIMINE

L’attività svolta si innesta in una serie di servizi mirati alla prevenzione e alla repressione dei furti con un’attiva sorveglianza nei centri urbani e lungo le principali arterie di comunicazione e che nella notte del 16 maggio, intorno alle 3.00 circa, aveva già consentito di intercettare altri due veicoli, un furgone e un’auto anche questi risultati rubati in provincia di Milano, con a bordo gli autori del furto commesso poco prima presso una ditta di cosmetici di Crema.

I mezzi erano stati inseguiti fino alla provincia di Milano dove erano riusciti a far perdere le loro tracce.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400