Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CORONAVIRUS. IL QUADRO

Covid: in Lombardia 3.399 nuovi casi, 90 in provincia

Tasso di positività al 12,2%, ricoveri in calo. I decessi nel territorio regionale sono 23

Cinzia Franciò

Email:

cfrancio@laprovinciacr.it

15 Maggio 2022 - 18:40

Covid,

CREMONA - Con 27.702 tamponi effettuati è di 3.399 il numero di nuovi positivi al Covid registrati in Lombardia, 90 in provincia di Cremona, con un tasso di positività in discesa al 12,2% (ieri era al 12,7%).

Il numero dei ricoverati cala nelle terapie intensive (-1, 38) e nei reparti (-40, 890). Sono 23 i decessi che portano il totale da inizio pandemia a 40.286.

I DATI NELLE PROVINCE

Per quanto riguarda le province, i casi segnalati sono così suddivisi:

  • Milano 1.136
  • Bergamo 289,
  • Brescia 448,
  • Como 222,
  • Cremona 90,
  • Lecco 110,
  • Lodi 67,
  • Mantova 135,
  • Monza e Brianza 340,
  • Pavia 198,
  • Sondrio 37,
  • Varese 207.

TRE MILIONI SENZA BOOSTER

«Siamo in una fase di transizione direi positiva: i dati fortunatamente ogni giorno confermano che vi è una riduzione dei contagi e soprattutto una riduzione per quanto riguarda la pressione sui nostri ospedali. Ma è chiaro che dobbiamo proseguire con prudenza e senso di responsabilità e dobbiamo appellarci ai cittadini per i quali è prevista la quarta dose di procedere e farla perché rappresenta una protezione maggiore per loro». Così il sottosegretario alla Salute Andrea Costa, che ha lanciato un analogo appello anche a coloro che ancora non hanno fatto la terza dose booster. «Allo stesso modo dobbiamo dire ai circa 3 milioni di italiani che sono in attesa della terza dose, e non la hanno ancora fatta, che è importante completare il ciclo di vaccinazione. Siamo cioè in una fase positiva che io credo ci porterà sicuramente ad un’estate senza restrizioni, dopo di che dobbiamo valutare l’andamento».

Tuttavia, ha aggiunto, «ciò che è fondamentale è l’obiettivo, e l'obiettivo è arrivare ad una convivenza con il virus poiché non si può arrivare ad un contagio zero».

Quanto ai nuovi vaccini, «confidiamo di avere in autunno il nuovo vaccino adattato contro le varianti del virus SarsCoV2 circolanti, e magari un vaccino che comprenda anche la vaccinazione contro l’influenza perché questa sarebbe la soluzione ottimale. Credo che l’obiettivo - ha concluso - sia anche andare ad un richiamo annuale della vaccinazione anti-Covid».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400