Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

SAN BASSANO/GRUMELLO

'Olimpiadi di lingua transalpina', gli studenti cremonesi al top

Nell'ultimo Delf, ospitato dal Manin di Cremona, sui 34 diplomandi ben 21 vengono dal comprensivo Pizzighettone-San Bassano

Andrea Arco

Email:

andreaarco23@gmail.com

07 Maggio 2022 - 16:24

'Olimpiadi di lingua transalpina', gli studenti cremonesi al top

I 21 studenti del comprensivo Pizzighettone-San Bassano

SAN BASSANO/GRUMELLO - Un po’ Torrazzo, un po’ Torre Eiffel. Vivono sul Po ma parlano come fossero sulla Senna. A San Bassano e Grumello i giovani studenti delle medie masticano il francese meglio del torrone e a certificarlo sono gli straordinari risultati raggiunti nell’ultimo Delf, sostanzialmente delle ‘olimpiadi di lingua transalpina’, ospitato dal Manin di Cremona dove su 34 diplomandi ben 21 vengono proprio dal comprensivo Pizzighettone-San Bassano. «Una prova sicuramente impegnativa che i ragazzi hanno affrontato con serietà e maturità, ma anche serenamente – commentano le docenti capitanate dalla prof Paola Marinoni –. Preziosa e indispensabile la presenza e la disponibilità dei genitori. Siamo riconoscenti a tutti coloro che hanno collaborato e reso possibile questo progetto. Un’esperienza da ripetere».

Venerdì al Manin si è tenuta la prova finale del Delf cremonese. L’acronimo sta per Diplôme d’Étude en Langue Française ed è rilasciato dal corrispettivo d’Oltralpe del Miur ai migliori allievi di oltre 150 Paesi nel mondo che abbiano dimostrato di conoscere a menadito la lingua dei franchi. Tra i candidati arrivati all’ultimo step ci sono 17 sanbassanesi e 4 grumellesi, più della metà dei cremonesi totali, un record storico insperato per il piccolo istituto comprensivo di provincia. La chiave del successo, oltre alla bravura dei ragazzi, sta anche nel lavoro indefesso della segretaria di plesso Clementina De Fatico che ha curato il complesso aspetto burocratico di un rapporto internazionale e della dirigente Lorenza Badini che ha creduto fino in fondo nell’impresa nata dall’idea di Marinoni. Il plesso sanbassanese, peraltro, è pure stato pioniere di questa ambiziosa collaborazione che valica il Monte Bianco, nata nell’ormai lontano 2010 e proseguita ininterrottamente, fatto salvo lo stop pandemico, fino a oggi. Il concorso è da sempre realizzato in sinergia con l’Istituto Francese di Milano, accreditato dall’Ambasciata Francese, presso il prestigioso liceo di Cremona.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400