Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

RIVOLTA D'ADDA

In bici dal Moncenisio a Trieste: è l'impresa di Strepparola

«Mille chilometri». Il 26enne è partito dalla Val Susa lungo la ciclovia Aida

Gianluca Maestri

Email:

redazione@laprovinciacr.it

29 Aprile 2022 - 05:10

In bici dal Moncenisio a Trieste: è l'impresa di Strepparola

Luca Strepparola ieri in partenza

RIVOLTA D'ADDA - Nuova avventura per il rivoltano Luca Strepparola, che dalla tarda mattinata di ieri, in sella alla sua bicicletta da gravel, è impegnato nell’ennesimo viaggio nel quale percorrerà tutta la ciclovia Aida (che sta per Alta Italia da attraversare), un itinerario da 930 chilometri complessivi creato qualche anno fa che congiunge il Moncenisio con Trieste collegando fra loro i maggiori poli attrattivi del Nord Italia.

Ieri Luca è arrivato in treno fino a Susa e da lì una navetta lo ha portato al Moncenisio, da dove, poco prima delle 12, ha iniziato il tour, accompagnato, nel primo giorno di viaggio, da una guida cicloturistica. «Lungo il percorso – spiega- pernotterò nelle strutture del circuito Alberga-bici, che hanno delle agevolazioni per chi pedala e solitamente sono bed & breakfast ed ostelli. La mia tabella di marcia prevede che quotidianamente percorra cento e passa chilometri. Ogni tanto mi fermerò in luoghi turistici ed attrattivi per illustrarli ed intervistare i vari enti che se ne occupano. Ad esempio mi fermerò all’Azienda Turistica Locale di Novara. Sarò da solo ma in questi itinerari si trova sempre qualcuno che ti fa compagnia pedalando assieme a te per qualche chilometro. Una delle tappe mi porterà anche vicino a Rivolta e quindi per una notte dormirò a casa. L’ultima è in programma il 4 maggio e quindi il giorno dopo sarò di ritorno. È la prima volta che faccio tutta l’Aida, della quale avevo percorso solo qualche tratto in passato».

Luca documenterà l’intero viaggio con foto e video che poi saranno visibili a tutti sul suo canale Youtube e, aderendo alla proposta della Fiab onlus e degli organizzatori del Grand Tour Aida, lungo il tragitto riceverà i quattro timbri (credenziali ufficiali di viaggio), uno per ogni regione attraversata, che alla fine gli daranno diritto ad avere una toppa celebrativa da attaccare dove si vuole.

Ventisei anni, fresco di laurea magistrale in Scienze della musica e dello spettacolo all’università statale di Milano, proprio per festeggiare il raggiungimento del traguardo accademico Strepparola si è regalato nei mesi scorsi un viaggetto un bici in Portogallo, qualche giorno giusto per riprendere la gamba dopo essersi dedicato più alla preparazione della tesi che allo sport. «Quest’anno, proprio perché dovevo prepararmi per la laurea – continua - ho percorso finora solo 2.000 chilometri in bici. Nel 2021 ne avevo fatti 11.000. Nella mia agenda ci sono già altri appuntamenti. A Parma, ad esempio, sarò fra gli ambassador della Travel Gourmet mentre a giugno documenterò un’altra ciclovia. Ormai, più che una passione, la mia per la bici è una dipendenza». 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400