Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

PRIMA EDIZIONE

Concorso Luigi Masserini: il lavoro delle vincitrici sul settore della cosmesi

Iniziativa in ricordo di uno studioso che utilizzava il metodo interdisciplinare come chiave di lettura per comprendere in profondità i fenomeni economici e sociali contemporanei

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

22 Aprile 2022 - 12:28

Concorso Luigi Masserini:  il lavoro delle vincitrici sul settore della cosmesi

Le vincitrici del concorso

CREMONA - La prima edizione del concorso in onore del professor Luigi Masserini, organizzato dalla Fondazione Masserini insieme all’Università Cattolica di Cremona e all’IIS Ghisleri, si è concluso sabato 9 aprile, con la premiazione del gruppo vincitore presso l’aula magna del Ghisleri.

Il concorso è stato istituito con lo scopo di ricordare la figura del professor Masserini, fondatore del Centro di Studi Aziendali ed Amministrativi (divenuto dal 2018 la Fondazione che prende il nome del Professore) e fine intellettuale della nostra città, promotore di cultura e di opportunità di formazione per gli studenti cremonesi. Uno studioso che utilizzava il metodo interdisciplinare come chiave di lettura per comprendere in profondità i fenomeni economici e sociali contemporanei.

trio

Simona Piperno, Sergio Margotti e Daniele Cerrato

Il suo pensiero critico e obiettivo, e il suo metodo interdisciplinare, permisero a lui di prevedere eventi inimmaginabili all’epoca, come la crisi finanziaria del 2008. Inoltre, per lui la cultura non era fine a sè stessa, ma era lo strumento per poter fronteggiare le ingiustizie della nostra società e migliorare le condizioni di vita di tutti. Non dimenticava mai di mettere al centro dei suoi Corsi la persona, fine ultimo di ogni suo studio. La sua sensibilità, nutrita anche da una sincera fede, rendeva la sua ricerca una missione verso il prossimo.

Nella sua prima edizione, il concorso ha avuto come tematica “La Competitività delle Imprese Cremonesi: Analisi Empirica sul Quinquiennio 2016-2020”.

Cinque gruppi di studenti del quinto anno del Ghisleri hanno frequentato un corso di analisi dei dati Aida presso l’Università Cattolica, sotto la supervisione del professor Daniele Cerrato e del professor Fabio Antoldi, e si sono impegnati durante l’anno a sviluppare ciascuno un’analisi su un settore dell’economia locale.

I settori trattati sono stati il metallurgico, della cosmesi, il lattiero-caseario, il settore alimentare (comparto delle carni) delle macchine per agricoltura. Tali report hanno incluso un’analisi quantitativa sui dati Aida, oltre che un’analisi qualitativa effettuata dagli studenti presso alcune aziende cremonesi.

Durante la premiazione, introdotta dalla dirigente scolastica del Ghisleri professoressa Simona Piperno e alla presenza dell’assessore Maura Ruggeri, gli studenti hanno esposto i risultati della loro ricerca in modo molto puntuale, tanto da ricevere tutti i complimenti del pubblico e della commissione giudicante del concorso.

“Sono tutti pronti per intraprendere il percorso universitario”, ha sostenuto il professor Cerrato. Il presidente della Fondazione Masserini dottor Sergio Margotti ha espresso enorme soddisfazione per il lavoro svolto dai ragazzi ed ha ricordato che la neonata Fondazione Masserini ha proprio lo scopo di continuare il lavoro del professore per la promozione culturale e la crescita degli studenti. Non si poteva ricordare in modo migliore il professor Masserini se non con un concorso che mettesse proprio gli studenti al centro di un percorso istruttivo e intraprendente. Tutti gli studenti hanno ricevuto un attestato di partecipazione e l’ultimo libro pubblicato dalla Fondazione Masserini dal titolo “La Crisi Economica: Sconfitta Sociale dell’Uomo”, ultimo lavoro del professor Masserini portato a termine dai suoi collaboratori.

Il gruppo vincitore è stato premiato dal dottor Margotti e dal professor Cerrato con un assegno di 500 euro: si tratta di Virginia Bertoni, Giada Cazzato, Elisa Corniani, Giulia Zagni, che si sono occupate del settore della cosmesi.

Direttamente dalle studentesse vincitrici è stata espressa grande soddisfazione non solo per il risultato, ma anche per l’intero percorso svolto sotto la supervisione dei docenti di Economia Aziendale Mara Fornaroli e Federico Benna: “È un onore per noi aver preso parte a questo progetto, che ha visto coinvolti la nostra scuola (Istituto Ghisleri-Beltrami), la Fondazione Luigi Masserini e l’Università Cattolica del Sacro Cuore.  Si è rivelata un’esperienza di crescita. Infatti, oltre alle conoscenze acquisite in ambito scolastico, sono state fondamentali le abilità sviluppate nell’applicazione pratica del progetto“ hanno affermato le studentesse. “Questa opportunità ci ha permesso di sperimentare un primo approccio al mondo universitario e anche lavorativo, al quale abbiamo risposto positivamente. Riteniamo che un continuo stimolo della nostra mente sia un fattore essenziale per consolidare le competenze di ciascuno di noi.”

Nella loro presentazione hanno infatti sottolineato come siano riuscite a sviluppare varie soft skills tanto richieste oggi dal mondo del lavoro e hanno quindi ricevuto i complimenti non solo dalla Commissione giudicatrice nella persona del Professor Cerrato, ma anche dalla responsabile delle risorse umane della ditta Ancorotti Cosmetics azienda di punta del settore cosmetico oggetto dell’analisi.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400