Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMA

Coppia scatenata in municipio, arrestati marito di 56 e moglie di 55 anni

I due si sono presentati presso un ufficio comunale pretendendo denaro che secondo l’Ente pubblico non era dovuto. Minacce, insulti e aggressioni a dipendenti e poliziotti

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

02 Aprile 2022 - 12:32

Coppia scatenata in municipio, arrestati marito di 56 e moglie di 55 anni

CREMA - Stavolta sono finiti in manette, lui 56 e lei 55 anni, sposati, da tempo assistiti dal Comune in considerazione della loro precaria situazione socio economica. Per l'ennesima volta la coppia si è presentata presso un ufficio comunale di Crema pretendendo corresponsioni di denaro che, secondo l’Ente pubblico, non erano dovute. Al rifiuto delle impiegate i due iniziavano a inveire contro le stesse minacciandole ed insultandole. Il comportamento violento, alla presenza anche di ignari utenti, proseguiva per diverso tempo provocando turbative all’interno dell’ufficio e l’interruzione dell’attività lavorativa. Sul posto veniva inviata una volante del Commissariato, con gli agenti che hanno cercato invano di calmare la coppia; nonostante gli inviti ad uscire, i due si avventavano contro i poliziotti colpendoli con calci e schiaffi, tanto che un agente riportava una lesione agli arti inferiori e doveva poi ricorre alle cure mediche presso l'ospedale. Finalmente, con non poca fatica, marito e moglie venivano bloccati ed immobilizzati, e quindi tratti in arresto per i reati di Resistenza a Pubblico Ufficiale, Lesioni Personali, Interruzione di pubblico servizio, Oltraggio a Pubblico Ufficiale e Violenza Privata.

Oggi i due sono stati condotti per il relativo giudizio direttissimo innanzi al giudice del Tribunale di Cremona che convalidava l’arresto e applicava idonea misura cautelare. Intanto, si è appreso che quanto accaduto ieri, è l’ultimo di una serie di fatti analoghi posti in essere dai due a danno di dipendenti comunali che sono stati in più occasioni aggrediti, minacciati e insultati per non aver fatto fronte a richieste di assistenza non dovuta alla coppia.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400