Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

PIADENA DRIZZONA

Ubriaco alla guida di un autoarticolato contenente azoto liquido: fermato dalla Polstrada

Pericolo scongiurato. Il conducente è stato sottoposto subito a controllo alcolimetrico da cui è emerso un tasso di 1 grammo/litro. Patente ritirata

Davide Bazzani

Email:

redazione@laprovinciacr.it

16 Marzo 2022 - 17:58

Ubriaco guida un autoarticolato contenente azoto liquido:  fermato dalla Polstrada

PIADENA DRIZZONA - Guidava ubriaco un autoarticolato contenente azoto liquido, con tutti i rischi conseguenti in caso di incidente, ma è stato fermato per tempo da una pattuglia della Polizia stradale di Casalmaggiore.

Il fatto è avvenuto la scorsa notte. Alla centrale operativa, intorno alle tre, è arrivata una segnalazione da parte di un cittadino che ha notato la condotta di guida non proprio stabile da parte del conducente del mezzo pesante, sotto l’effetto dell’alcol.

polstrada

Un controllo della Polizia stradale

INTERVENTO TEMPESTIVO DELLA POLSTRADA.

Fortunatamente una pattuglia della Polstrada non era lontana da San Giovanni in Croce, il punto dell’avvistamento, ed è poi riuscita a fermare il camion a Piadena. Il conducente, italiano, è stato sottoposto subito a controllo alcolimetrico, da cui è emerso un tasso di 1 grammo/litro. Trattandosi di un conducente professionale, il suo tasso avrebbe dovuto essere pari a zero. Per di più è noto che con un tasso superiore a 0,8 grammi/litro l’articolo 186 del codice della strada prevede sanzioni in ambito penale. E’ inoltre scattato il ritiro della patente.


Non solo. Il conducente dell’autoarticolato, complice il suo stato, non aveva neppure inserito la scheda del cronotachigrafo, violando il contenuto dell’articolo 179 del codice della strada, che prevede sanzioni amministrative.


Federica Deledda, comandante della Polizia stradale della provincia di Cremona, sottolinea la prontezza dell’intervento degli agenti di Casalmaggiore: “C’è stata un eccellente coordinamento tra la centrale operativa e la pattuglia intervenuta sul posto e questo ha evitato un possibile guaio. L’azoto liquido, infatti, esposto all’aria, provoca ustioni”.

Un intervento rassicurante, che trasmette il senso di una presenza notturna delle forze dell’ordine a tutela della sicurezza di tutti. E che ribadisce ancora una volta quanto la tempestività delle segnalazioni agli organi preposti possa veramente fare la differenza. La collaborazione da parte di tutti si è rivelata ancora una volta decisiva quanto importante.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400