Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

LA POLIZIA PROVINCIALE

Cinghiali, ormai è invasione: un esemplare «abbattuto» ogni 36 ore

Gli agenti del comandante Guzzardo ne hanno eliminati 280 lo scorso anno. «Ma la situazione è critica»

Cristiano Mariani

Email:

cmariani@laprovinciacr.it

26 Febbraio 2022 - 08:06

Cinghiali, ormai è invasione: un esemplare «abbattuto» ogni 36 ore

Cinghiali sempre più numerosi

CREMONA - Un cinghiale abbattuto ogni 36 ore, per 280 esemplari complessivi nel solo 2021. Ma gli avvistamenti, nelle campagne cremonesi, restano una costante. E il rischio, per le colture ma pure per gli automobilisti che se li trovano di fronte, magari nel cuore della notte, non si può dire certo scemato... nonostante i colpi delle carabine d’ordinanza. Anche se i numeri, quelli riportati nel bilancio dei servizi svolti dalla Polizia provinciale, certo testimoniano l’impegno a contrastare il fenomeno.

I DANNI.


Agricoltori e amministratori comunali, da un capo della porzione di Lombardia stretta tra Serio e Po, sollevano il problema ad ogni nuova segnalazione. Tanto che dal palazzo di corso Vittorio Emanuele, per bocca del comandante del Corpo Salvatore Guzzardo, non si fa mistero della «criticità» della situazione. «Gli abbattimenti? Sono aumentati», ammette l’ufficiale. Come dire, arginare la diffusione della specie non è affatto semplice. Agenti e guardie volontarie, intanto, si trovano a fare i conti con i danni provocati dai cinghiali, ma pure con i rischio alla circolazione stradale.

polizia provinciale

 Polizia provinciale impegnata a contrastare il fenomeno

LA CACCIA.


E mentre le irregolarità commesse dai cacciatori tutto sommato restano nella media, 35 le violazioni riscontrate nei 12 mesi da poco affidati agli archivi, la Provinciale (12 effettivi e 13 volontari) non ha lesinato gli sforzi neppure sul versante del contenimento dei piccioni.

IL FENOMENO.


I torraioli, nello specifico, il cui guano mina la stabilità degli edifici storici, sono insidiosi quanto i suini selvatici. E non di rado causano il distacco di pietre, che piovono sul selciato anche da altezze tutt’altro che secondarie. A differenza di quanto accade nel contenimento dei maiali selvatici, l’eliminazione rappresenta però solo la soluzione estrema. Vale a dire, da adottare solo fallito l’allontanamento. Ma ciò nonostante, è stata sono stati 20.301 eliminati.

LO SFORZO.


A testimonianza dell’attenzione prestata all’ambiente dal personale in divisa diretto da Guzzardo, lo scorso anno sono state ben 508 i servizi organizzati per monitorare la fauna.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400