Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

SONCINO

'River La Villa', il tempio della notte riaprirà presto i battenti

Lo storico locale torna 'in pista': lo ha rivelato Dario Mazzoleni, imprenditore e proprietario della ‘Villa più bella d’Italia’

Andrea Arco

Email:

andreaarco23@gmail.com

19 Febbraio 2022 - 17:07

River

SONCINO - La notizia attesa da tanto tempo è infine arrivata: sì, la più antica e famosa discoteca del Cremonese non si arrende neanche questa volta e presto riaprirà i battenti per riportare il divertimento notturno all’ombra della rocca. L’ha rivelato Dario Mazzoleni, imprenditore e proprietario della ‘Villa più bella d’Italia’: «La nostra intenzione è quella di tornare con una discoteca pienamente operativa, assolutamente funzionante e sul tavolo ci sono progetti molto ambiziosi che non possiamo ancora rivelare. In ogni caso, guardiamo a una riapertura nel breve termine e chiaramente l’obiettivo è quello di tornare agli antichi fasti del River».

Quella movida che unisce tutti, da chi oggi ha 60 anni a chi ne ha appena compiuti 18, torna ad avere un tempio. Il River, adesso chiamato ‘River La Villa Disco Wedding Events’, riapre dopo il durissimo colpo subito dalle restrizioni governative. E non era scontato, proprio per nulla. Mesi fa, infatti, gli stessi proprietari avevano chiarito di non escludere a priori una trasformazione della più antica discoteca del territorio in qualcosa di diverso, magari meno vessato dal giro di vite. Per fortuna però, complice il graduale miglioramento della situazione pandemica, l’inserimento di nuovi soci nella gestione e soprattutto il coraggio dei titolari, non si smetterà di ballare in via Brescia. Attualmente il club tiene le porte chiuse ma solo perché sono in corso importanti lavori di ristrutturazione e ammodernamento. Difficile per ora azzardare una data inaugurale ma gli amanti dell’eleganza e della musica potrebbero tornare in pista, letteralmente, sul finire della primavera o d’estate.

L’eco della notizia ha fatto il giro della Lombardia: tra divanetti e sale dal ballo, infatti, da quasi mezzo secolo si avvicendano non solo soncinesi, orceani, cremonesi e bresciani ma anche tantissimi bergamaschi, milanesi, brianzoli e turisti stranieri.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400