Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CASALMAGGIORE

Arrestata ladra seriale delle abitazioni

Una 55enne casalese già ai domiciliari è ora in carcere a Mantova per espiare una condanna

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

14 Febbraio 2022 - 15:47

Arrestata ladra seriale delle abitazioni

CASALMAGGIORE - I carabinieri della stazione di Casalmaggiore hanno arrestato una donna di 55 anni, pregiudicata e già agli arresti domiciliari al campo nomadi per un tentato furto aggravato in abitazione, che deve scontare una condanna definitiva per tre furti e tentati furti aggravati, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dall’Ufficio esecuzioni penali della Procura presso il Tribunale di Brescia. La 55enne, ora in carcere a Mantova, avendo già scontato oltre tre anni di reclusione per gli stessi fatti, dovrà ora scontare una condanna residua definitiva a quattro mesi di reclusione per tre furti e tentati furti aggravati in abitazione, commessi uno nel gennaio 2018 nei confronti di un’anziana donna di Cigole e due nel febbraio e nell’aprile del 2018 nei confronti di un uomo e di una donna di Castel Goffredo.

A gennaio di quattro anni fa due donne si erano presentate nella casa di un’anziana donna di Cigole dicendo che cercavano una loro amica. Una delle due aveva chiesto di entrare nella casa della vittima per andare in bagno ma si era recata nella camera da letto dove aveva rovistato negli armadi e si era impossessata di una catena d’oro. Le due erano state sorprese dalla nipote dell’anziana che stava arrivando per trovare la parente. Alla richiesta di sapere chi fossero e il motivo della loro presenza, erano scappate e salite su un’auto. La nipote però aveva fotografato la targa e poi riconosciuto le autrici del furto.

A febbraio 2018 invece la 55enne, insieme a una complice, aveva suonato al campanello della casa di un uomo di Castel Goffredo facendosi passare per un’amica del figlio. Una volta in casa, dopo avere distratto l’uomo, si era impossessata della somma di 350 euro. Ad aprile 2018, sempre a Castel Goffredo, insieme a una complice, si era presentata a casa di una donna spacciandosi come dipendente delle suore, fingendo di essere vecchia amica dell’anziana vittima. Quest’ultima le aveva fatte uscire dalla casa e aveva sporto denuncia, riconoscendo come una delle due autrici anche la 55enne.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400