Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMA. SCUOLA E LAVORO

Obiettivo impresa: volata finale tra 246 studenti

Libera artigiani in campo con Industriali, Camera di commercio, banche e Enercom: concorso con 50 mila euro di dote

Dario Dolci

Email:

redazione@laprovinciacr.it

14 Febbraio 2022 - 05:10

Obiettivo impresa: volata finale tra 246 studenti

Il gruppo degli studenti degli istituti superiori cittadini finalisti dell’ultima edizione del concorso Intraprendere

CREMA -  «I ragazzi devono capire che non c’è soltanto il posto fisso, ma esiste la possibilità fare impresa e di sviluppare in proprio qualcosa di concreto». È con questo obiettivo, messo in chiaro dal presidente Marco Bressanelli, che la Libera associazione artigiani organizza il concorso Intraprendere, in collaborazione con l’Associazione industriali e la Camera di commercio e con il sostegno dell’Associazione Popolare Crema per il Territorio, Banca Cremasca e Mantovana e Gruppo Enercom.

QUI GLI STUDENTI FINALISTI

«La novità di quest’edizione — entra nel dettaglio Bressanelli — è di avere legato il concorso all'iniziativa Sviluppo 1000, che intende favorire e stimolare l’imprenditorialità giovanile nel Cremasco. Una finalità, che viene perseguita mediante l’offerta, a condizioni molto agevolate, di un pacchetto di servizi di accompagnamento ai giovani aspiranti imprenditori. Abbiamo messo a disposizione 50 mila euro».

premiati

Luca Ribaldone e Mattia Ogliar Badessi vincitori della passata edizione del concorso, premiati dai presidenti Bressanelli e Auricchio

In sostanza, ai vincitori di Intraprendere, la Libera Artigiani offrirà la possibilità di mettere in pratica la loro idee. «Premieremo un progetto per istituto più un vincitore assoluto. La giuria è composta dal consiglio di presidenza della Libera artigiani. Ci riuniremo già in settimana. E tutti i ragazzi che arrivano alla fase finale hanno già un’idea di cosa significhi fare impresa e questo è ciò che conta. Abbiamo bisogno di un ricambio generazionale, partendo dal presupposto che non necessariamente gli artigiani del futuro debbano essere figli di imprenditori».

Dei circa 1.300 studenti partecipanti alla prima fase del progetto, iscritti all’ultimo biennio delle superiori, hanno meritato di partecipare alla fase finale 246 studenti selezionati sulla base dello spirito di iniziativa e dell’attitudine imprenditoriale dimostrati durante gli incontri tenuti nelle classi.

Gli istituti partecipanti sono Galilei, Munari, Pacioli e Sraffa-Marazzi. E l’ultimo atto inizierà mercoledì e si concluderà martedì 12 aprile. A seguire è prevista la cerimonia di premiazione dei migliori elaborati, al termine del percorso di orientamento, formazione e motivazione.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400