Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

SUI PEDALI PER 15 CHILOMETRI

Crema, ciclabile per Lodi: dal sogno al milione e mezzo stanziato

La Regione dice sì all’ordine del giorno di Piloni, Lena e Pravettoni. Opera coordinata dalla provincia dell’Adda

Stefano Sagrestano

Email:

stefano.sagrestano@gmail.com

18 Dicembre 2021 - 05:10

Crema, ciclabile per Lodi: dal sogno al milione e mezzo stanziato

CREMA - Dalla Regione arrivano i soldi per la realizzazione di un collegamento ciclabile tra la città e Lodi: circa 15 chilometri di tracciato, che si snoderanno a sud della provinciale tra le due città, partendo dal quartiere di Ombriano e attraversando i territori di Capergnanica, Bagnolo, Chieve e Crespiatica. Il finanziamento da 1,5 milioni di euro apre la strada allo studio di fattibilità e quindi alla progettazione. I tempi non sono brevissimi: viene stimato almeno un anno per arrivare all’appalto dell’opera, con i lavori che vedrebbero così la luce nel 2023. Ma si tratta, al momento, di una valutazione. Della progettazione e della successiva gara d’appalto si occuperà la Provincia di Lodi. La giunta regionale ha accolto un ordine del giorno al proprio bilancio presentato dal consigliere regionale del Pd Matteo Piloni e firmato con i colleghi della Lega Selene Pravettoni e Federico Lena. Lo stesso Piloni ha annunciato il via libera al finanziamento.

LUNGO LA PROVINCIALE 235

«Crema e Lodi saranno più vicine — ha spiegato Piloni —: è stato approvato un mio ordine del giorno al bilancio che invita la giunta regionale a stanziare risorse per sostenere la realizzazione di una pista ciclabile tra le due città. Si tratta di un milione e mezzo di euro che rientrano così nell’elenco delle opere finanziabili dalla legge 9 e che concorreranno alla realizzazione di un percorso che si snoderà lungo la strada provinciale 235. L’intervento — ha puntualizzato — sarà coordinato dalla Provincia di Lodi, che si occuperà dello studio di fattibilità. La proposta dell’ordine del giorno è stata condivisa e sostenuta anche dai colleghi della Lega Pravettoni e Lena, che ringrazio. Si tratta di un primo passo che vuole sostenere un’opera importante sia per il territorio lodigiano sia per il Cremasco, due zone che oggi non sono collegate da una pista ciclabile, che a questo punto ci auguriamo possa essere realizzata quanto prima». Potrebbero essere sfruttati anche tracciati già esistenti, per ottenere un risparmio di risorse. Il percorso si svilupperà in gran parte in campagna, a sud della provinciale 235. Non è escluso che le amministrazioni comunali interessate possano valutare un proprio impegno economico a sostegno dell’opera viabilistica attesa da anni.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400