Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CASTELVETRO. TRASPORTI

Il bus passa ma non si ferma: «L’autista non è pratico»

Studenti e lavoratori sono rimasti a piedi, altra protesta. L’azienda: «Risolveremo»

Elisa Calamari

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

05 Dicembre 2021 - 05:20

Il bus passa ma non si ferma: «L’autista non è pratico»

(foto di repertorio)

CASTELVETRO - Famiglie e Amministrazione comunale protestano per i disservizi delle ultime settimane, che si sono tradotti in decine di studenti che hanno saltato le lezioni scolastiche a Cremona o Piacenza: nonostante le lamentele di inizio settimana, altri autisti del trasporto pubblico locale hanno infatti ignorato la fermata di via Saragat. Lasciando a piedi alunni e lavoratori.

TRATTA PIACENZA-CREMONA. Gli ultimi episodi sono storia di venerdì pomeriggio e sera proprio lungo la tratta Piacenza-Cremona: «Il bus delle 18.35 diretto a Cremona non è proprio passato e quello di ritorno alle 20.35 dalla città non è partito – spiega una cittadina –. Al mattino quello delle 7.15 procede in via Roma lasciando alla fermata 10-15 persone. Spesso capita di doversi sbracciare perché gli autisti tirano dritto»; «Ma è un servizio o un terno al lotto?», tuona un altro utente. La protesta è sbarcata anche sui social e sono ormai decine le email che le famiglie hanno mandato a Seta, la società titolare del servizio, nelle ultime settimane. Hanno segnalato che la fermata è provvisoriamente cambiata a causa del cantiere in via Roma, cosa che però i conducenti dovrebbero sapere bene.

«Le risposte? Praticamente assenti: nonostante reclami e chiamate, ci hanno sempre detto che il problema sarebbe stato risolto – fanno sapere alcuni genitori –. Ma così non è stato». E le risposte automatiche alle segnalazioni via posta elettronica parlano di «30 giorni lavorativi per rispondere alle richieste dopo avere effettuato le dovute indagini interne».

IL SINDACO QUINTAVALLA. Così, a prendere in mano la situazione, è stato il sindaco Luca Quintavalla: «Venerdì ho inoltrato un reclamo scritto tramite Tempi Agenzia (società che per conto di Seta si occupa della pianificazione del servizio, ndr) e ho anche parlato coi referenti. Mi hanno garantito che la problematica era da imputare ad un nuovo autista che non conosceva bene il percorso. La nuova fermata è stata opportunamente segnalata a tempo debito e quindi non è un problema di mancata comunicazione. La società ha provveduto a richiamare tutti i dipendenti e garantisce che il disservizio non si verificherà più».

Per quanto riguarda le problematiche di venerdì sera, invece, avrebbe influito uno sciopero di alcuni ore degli operatori del trasporto pubblico.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cirio2

    05 Dicembre 2021 - 12:43

    Ma sa almeno guidare, i cartelli li conosce ? troppo comodo dire non è pratico, basta conoscere la segnaletica, altrimenti meglio non dargli nemmeno una carriola.

    Report

    Rispondi