Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CASALMAGGIORE

Attesa l’autopsia dell’anziana

Dopo il decesso della 89enne il marito è stato ricoverato in ospedale

Davide Bazzani

Email:

redazione@laprovinciacr.it

21 Novembre 2021 - 05:10

Attesa l’autopsia dell’anziana

CASALMAGGIORE - Sarà effettuata in settimana all’ospedale Maggiore di Cremona l’autopsia sul corpo di Maria Borini, la 89enne residente in un appartamento di via Pozzi 11 morta venerdì mattina dopo essere caduta dal letto e aver battuto la testa sul pavimento.

Sino all’esecuzione dell’esame autoptico, la Procura della Repubblica non potrà rilasciare il nullaosta alla sepoltura. Il marito della signora, Mario Dioni, di quattro anni più giovane, intanto è stato ricoverato all’ospedale Oglio Po per accertamenti. Venerdì, subito dopo i fatti, gli è stata infatti riscontrata una pressione molto alta e precauzionalmente è stato disposto il suo trasferimento al presidio ospedaliero di Vicomoscano. Inevitabile che l’esperienza vissuta lo abbia scosso.


A lanciare l’allarme chiamando il 118 venerdì, poco prima delle sei, è stato il marito della donna, dopo essersi reso conto che la moglie era finita sul pavimento. Quando i soccorritori sono arrivati, la pensionata era esanime a terra e con una ferita nella parte posteriore del capo. Come sempre avviene in casi di decessi di questo tipo, con la presenza di un trauma, che partisse una chiamata verso i carabinieri, giunti per verificare l’accaduto ed escludere altre ipotesi se non la caduta accidentale.

Al termine della giornata, il responso: la signora è caduta dal letto ed è deceduta. In qualunque caso, l’ultima parola spetta all’autopsia, che dovrà fare piena luce sul motivo del decesso. Intanto i militari, come atto dovuto, hanno sigillato l’appartamento della coppia, in attesa degli esiti dell’autopsia. Si è saputo che la signora, venerdì mattina, avrebbe dovuto ricevere la visita di una infermiera per l’effettuazione di un prelievo per il controllo periodico dei valori del Coumadin, un farmaco anticoagulante.

CHI ERA LA SIGNORA MARIA. Prima della pensione, la signora Maria, originaria di Ponteterra, frazione di Sabbioneta, ha svolto la professione di magliaia. Cortese, affabile, molto disponibile, ha prestato anche la sua opera di volontaria all’interno della Fondazione Conte Carlo Busi. Da tempo non usciva, per motivi di salute, dal suo appartamento. La sua scomparsa ha suscitato cordoglio tra i vicini di casa e i conoscenti.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400