Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CASALMAGGIORE

La città e le sue meraviglie sul web: «Ambasciatori della bellezza»

Gli studenti del Romani hanno realizzato un sito internet dedicato al patrimonio culturale cittadino

Andrea Setti

Email:

asetti@laprovinciacr.it

14 Novembre 2021 - 05:45

La città e le sue meraviglie sul web: «Ambasciatori della bellezza»

CASALMAGGIORE - Il Parmigianino e Giuseppe Diotti come stelle polari, la tecnologia multimediale come strumento, la scoperta del patrimonio storico-artistico della propria comunità come obiettivo: è ufficialmente partito il sito www.patrimoniofuturodemocrazia.lavoceaigiovani.it destinato a promuovere la conoscenza di Casalmaggiore e delle eccellenze che offre. Un progetto partito nel 2019, passato per le restrizioni della pandemia sanitaria e finalmente decollato grazie all’impegno degli studenti di tutti gli indirizzi del Polo Romani, del Comune, di esperti che hanno messo a disposizione le loro conoscenze per condividere un’esperienza di crescita all’interno della scuola ma del tutto aperta al mondo circostante.

IL VIRTUAL TOUR

È stato l’assessore alle Politiche giovanili, Sara Manfredi, a presentare l’iniziativa ringraziando tutte le componenti che hanno consentito la realizzazione del sito. «I ragazzi non hanno potuto effettuare direttamente le visite a causa del Covid ma hanno usufruito di virtual tour che hanno consentito di superare il momento di avversità». Accanto a lei la preside del Romani, Daniela Romoli, che ha ricordato di avere ereditato il progetto iniziato sotto la dirigenza di Luisa Caterina Maria Spedini. «Grazie al lavoro dei ragazzi — ha detto la Romoli — si può sviluppare un sito turistico che può già essere considerato come un percorso di avvicinamento al mondo del lavoro». La docente Chiara Zani ha illustrato le varie fasi del progetto. «I ragazzi l’hanno accolto con entusiasmo, potendo contare sulla professionalità degli esperti Federico Genovesi, Jacopo Orlo e Riccardo Scaglioni, ognuno per la propria competenza. Questi ultimi hanno spinto alla scoperta della realtà del territorio seguendo le tracce delle peculiarità presenti in ogni luogo significativo». È stata poi la volta di Rosella Ziglioli, funzionaria del Comune di Cremona, che ha inquadrato il progetto (finanziato nell’ambito del Bando «La Lombardia dei giovani» anche grazie a Lara Cavalli) in ambito provinciale. «A Casalmaggiore è toccato l’aspetto del patrimonio culturale, i vostri colleghi di Crema si sono occupati della rigenerazione urbana, a Cremona di laboratori sulla Legge Giovani».


«Tutti gli indirizzi del Romani sono stati protagonisti — ha esordito Genovesi — di questa operazione di realizzazione di un sito ‘dinamico’ e non statico. Basandoci sul patrimonio artistico lasciato dal Parmigianino e dal Diotti abbiamo elaborato un percorso di raccolta di conoscenze da offrire alla popolazione, in particolare ai giovani. I testi delle schede sono stati realizzati dagli studenti. Ogni pagina del sito presenta degli approfondimenti che guidano attraverso peculiarità davvero gustose rispetto a opere d’arte, luoghi, edifici. Un lavoro lungo e impegnativo che crediamo abbia raggiunto un ottimo livello e di cui i cittadini potranno usufruire liberamente». Accanto a lui Jacopo Orlo che si è occupato delle riprese video che mostrano i vari punti d’interesse segnalati nel sito. «Grazie alla collaborazione di Pierluigi Bonfatti Sabbioni siamo riusciti a produrre immagini per i ragazzi che non potevano essere presenti a causa delle limitazioni della pandemia. Direi che il risultato è godibile e c’è da essere soddisfatti per il lavoro collettivo effettuato». Scaglioni si è occupato della parte tecnico-informatica dell’inserimento nelle pagine dei vari contenuti in collaborazione con gli studenti del corso di informatica dell’istituto superiore. Nel corso della presentazione ha illustrato alcune pagine del sito web. La conclusione è stata riservata alla funzionaria comunale Franca Filipazzi che ha sintetizzato con la felice espressione «Ambasciatori di Casalmaggiore» il compito che ora hanno di fronte i ragazzi. «La sfida era quella di avvicinare i giovani alla cultura e alle bellezze del territorio che spesso vengono ignorate a favore di lunghi viaggi, anche all’estero. Uno scoglio superato, a fronte della realizzazione del sito cui si può accedere direttamente da quello istituzionale del Comune ma poi sarà ‘linkato’ anche su quello del Romani». L’assessore Manfredi ha poi riferito che l’amministrazione comunale ha aperto una pagina Facebook e un profilo Instagram dedicato ai giovani. «La voce ai giovani», appunto.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400