Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

Sicurezza pubblica, il prefetto vieta manifestazioni in centro storico

Decisione presa in prossimità della Festa del Torrone e dei molteplici eventi che interesseranno la città durante le festività natalizie

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

12 Novembre 2021 - 15:43

Sicurezza pubblica, il prefetto vieta manifestazioni in centro storico

Il prefetto Vito Danilo Gagliardi con il sindaco Gianluca Galimberti

CREMONA - Il Prefetto Vito Danilo Gagliardi ha presieduto, nel pomeriggio di ieri 11 novembre, una riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, nel corso della quale sono state esaminate, alla luce della Direttiva del Ministro dell’Interno del 10 novembre scorso, recante indicazioni sullo svolgimento di manifestazioni di protesta contro le misure sanitarie in atto, alcuni aspetti che riguardano le prossime iniziative pubbliche che avranno luogo in città. Alla luce, in particolare, dell’imminente avvio della Festa del Torrone e dei molteplici eventi che interesseranno Cremona in occasione delle prossime festività natalizie, su indicazione del sindaco Gianluca Galimberti e su concorde avviso dei vertici delle Forze dell’Ordine, tutti presenti alla riunione, sono state individuate le aree urbane sensibili del centro cittadino in relazione alle quali, anche in considerazione dell’andamento del fenomeno epidemiologico, si rende necessario interdire temporaneamente lo svolgimento di pubbliche manifestazioni. Ciò, fermo restando il rispetto del diritto, costituzionalmente garantito - preservato e tutelato quale espressione fondamentale della vita democratica - di riunirsi e di manifestare liberamente in luogo pubblico. Il Prefetto ha, pertanto, adottato una mirata direttiva - trasmessa al Sindaco di Cremona, al Questore e ai Comandanti provinciali dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza - che, a partire da oggi, 12 novembre 2021, e fino al 10 gennaio 2022, individua le aree, nel centro storico del comune di Cremona, temporaneamente interdette allo svolgimento delle manifestazioni pubbliche.

Di seguito sono elencate le vie e le piazze indicate dal comune di Cremona:

  • C.so Vittorio Emanuele II (fino a via A.Ponzone), via E.Sacchi, via Bella Rocca, via Bell’Aspa (esclusa p.zza S.Angelo), via Platina, c.so XX Settembre (fino a via S.Lorenzo), via G. da Cremona, C.so Matteotti (fino a via S.Tomaso), via Aselli, v.le T.Trieste, c.so Garibaldi (da piazza Risorgimento a via dei Mille), via dei Mille, via C.Novella, p.zza S.Paolo, via R.Manna fino a c.so V.Emanuele.

Le vie, le piazze e gli spazi pubblici ricompresi all’interno del perimetro sopra indicato sono:

  • c.so Garibaldi (da via dei Mille a C.so Campi), via Palestro, piazzetta Coppetti, p.zza Vida, C.so Campi, c.so Cavour, via Manzoni,p.zza Gallina, p.zza Roma, p.zza Stradivari, via Baldesio, via Beltrami, p.zza Pace, via dei Gonfalonieri, p.zza Marconi, c.so Mazzini, via Platina, p.zza del Comune, p.zza S.A.M. Zaccaria, via Solferino, via Mercatello, l.go Boccaccino.


La Direttiva del Ministro dell’Interno del 10 novembre 2021 è stata, altresì, diramata a tutti i Sindaci dei comuni della Provincia, al fine di valutare, in considerazione delle circostanze concrete, eventuali situazioni da sottoporre all’attenzione del Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica, allo scopo di ottenere idonee direttive.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400