Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

MAXI INDAGINE DEI CARABINIERI

Droga, dopo gli arresti dei prof i retroscena: a scuola e in lavanderia le consegne

Oltre al docente di musica a Vescovato, arrestato anche un 54enne di Fiorenzuola nato a Pizzighettone

Francesca Morandi

Email:

fmorandi@laprovinciacr.it

29 Ottobre 2021 - 05:15

Droga, dopo gli arresti dei prof i retroscena: a scuola e in lavanderia le consegne

VESCOVATO - C’è chi si faceva recapitare la droga a scuola come Franco Roberto Chiozza, l’insospettabile professore di musica della media Ugo Foscolo di Vescovato. E chi nella sua lavanderia. Come Giuseppe Losi, 54 anni, natali a Pizzighettone, casa e bottega a Fiorenzuola d’Arda (Piacenza). C’è anche Losi tra gli arrestati nella maxi indagine dei carabinieri per la Tutela della salute su autoriciclaggio, importazione e traffico di ‘Nuove sostanze psicoattive’.

In carcere o ai domiciliari sono finiti professionisti e alcuni pregiudicati che sul dark web e soprattutto sul deep web, hanno acquistato Fentanyl, GHB e GBL (le cosiddette droghe dello stupro), e alcaloidi sintetici come il 3 MMC.

${title}

${subtitle}
${summary}

ROTTE INTERNAZIONALI. Gli investigatori hanno ricostruito alcune ‘rotte’ internazionali di provenienza delle sostanze psicoattive acquistate in rete, suddivise per tipologie strutturali: fentanili (Canada, Polonia e Repubblica Ceca), GBL (Cina, Olanda, Francia e Croazia), catinoni sintetici (Olanda) e benzodiazepine (Olanda), oltre ad eroina ad alta concentrazione (rinvenuta in spedizioni provenienti dalla Gran Bretagna e dalla Germania).

L’accusa che ha portato Losi ai domiciliari riguarda gli acquisti illeciti di droga spedita dall’Olanda, recapitata nella sua lavanderia Superclean. Nelle 266 pagine di ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip Roberto Saulino, si racconta di 5 spedizioni di catinoni sintetici, tra l’8 luglio e il 21 agosto del 2019. Attraverso il corriere, gli investigatori hanno scoperto che dal 23 novembre del 2018 al 18 febbraio del 2019, Losi si è fatto recapitare in lavanderia tre spedizioni di stupefacente appartenente «al gruppo delle droghe dello stupro».

Dalla lavanderia di Fiorenzuola d’Arda alla scuola media di Vescovato, capolinea delle spedizioni dall’Olanda di flaconi di 3MMC, destinate all’insospettabile prof di musica Chiozza, 59 anni, casa a San Daniele Po, diploma in Organo e Composizione organistica al Conservatorio di Parma, la specializzazione in clavicembalo al Conservatorio di Verona. Un musicista, Chiozza, conosciuto anche a Cremona dove ha tenuto concerti, suonato l’organo in diverse chiese: da San Michele a Sant’Abbondio.

Due mattine fa, gli investigatori si sono presentati a casa sua e gli hanno notificato l’ordinanza (domiciliari). Il prof aveva lezione con i suoi studenti della media Foscolo, in via Corridoni, civico 1. Ha telefonato in segreteria: «Oggi non vengo». Non una parola di più.

L'INCHIESTA. Parlano le carte dell’inchiesta. L’11 aprile 2019, a scuola viene recapito un plico. Mittente: Dutch City Group Bv, Nethederlands, Destinatario: «Scuola Vescovato Corridoni, 1». Il plico viene consegnato ad un collaboratore scolastico che, ovviamente, ignora il contenuto. La scena si ripete altre 12 volte.

In aprile chi ha indagato risale a due spedizioni: giovedì 11 e giovedì 18. Due a maggio: martedì 14 e martedì 28. Due a giugno: giovedì 6 e venerdì 21. Due a luglio: venerdì 5 e lunedì 22. Due ad agosto: lunedì 5 e mercoledì 21. Tre a settembre: mercoledì 4, martedì 17 e venerdì 27 settembre. Il 17 ottobre.

Tra i pacchi sequestrati a Ciampino, c’è quello destinato alla scuola media Ugo Foscolo di Vescovato. Dentro, flaconcini di 3-MMC: 18,2968 grammi lordi per circa 523 dosi medie singole.

Gli investigatori risalgono al prof di musica Chiozza che di nome fa Franco Roberto. Nel corso delle intercettazioni telefoniche, «il nome Roberto emerge diffusamente», è scritto nell’ordinanza. Chi indaga incrocia i dati. Fa una ricerca sul sito web della scuola, dove «l’insegnante viene indicato con il nominativo di Chiozza Franco Roberto». E una «ulteriore conferma» la trova «nel dato obiettivo della corrispondenza del codice fiscale alla ditta individuale Franco Roberto Chiozza». Ditta cessata il 5 luglio del 2019.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400